Le accuse di Zorana Mihajlović a Dušan Bajatović

La nuova Ministra dell’energia, Zorana Mihajlović, ha spiegato perché avrebbe proposto dei cambi di personale in alcune società pubbliche, riferendosi a “Srbijagas” e al suo direttore, Dušan Bajatović. L’azienda è in ritardo nella costruzione del tratto del “TurkStream”, dove né le procedure né le intenzioni sono chiare, così come nella gassificazione della Serbia.

La stessa ha dichiarato che “Srbijagas” ha 14 società affiliate e in quattro di queste possiede il 100%.

“Il direttore Dušan Bajatović, probabilmente un “Superman”, in quasi tutte queste 14 società si è nominato amministratore o presidente del consiglio di sorveglianza. E non solo lui, ma anche il suo gruppetto che detiene le aziende”, tra cui il direttore di “Transportgas”, Stevan Dukić, la vice di Bajatović, Blaženka Mandić, e gli amministratori esecutivi, Jovica Budimir e Milan Đukić.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

Queste persone ricevono stipendi da direttori, da 5.000 a più di 20.000 euro al mese, cioè da 10 a 40 volte più dello stipendio medio in Serbia, e “cercano di nascondere il loro lavoro al Ministero, come se le loro aziende fossero private, non statali”.

“Ogni euro che prendono, senza guadagnarlo, è un danno che questi amministratori fanno a ogni cittadino di questo Paese, dalle donne delle pulizie, che ricevono 20000 dinari al mese, a ingegneri e professori universitari. Non permetterò questa cosa e combatterò per questo”, ha detto la Mihajlović.

“Alcuni pensano di essere una specie di imperatori o dei, e non persone che dovrebbero perseguire la politica del governo e lavorare per i cittadini di questo Paese. La Serbia, ripeto, non ha bisogno di amministratori comprati con stipendi e favori”.

Il Ministero delle Miniere e dell’Energia ha annunciato di aver intentato anche accuse penali contro i leader di “Srbijagas”, “Transportgas”, “Distribucijagas”, “Gas d.o.o. Becej”, perché non hanno eletto i propri consigli ai sensi della legge sulle imprese pubbliche, e la cosa solleva la questione della legalità dei documenti da loro firmati.

Mihajlović: Direktorima “SUPERMENIMA” više od 20.000 EVRA, a kafe kuvarici 20.000 DINARA

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top