“Le 12 stagioni” dell’armeno Almazian alla “Kombank dvorana”

Domenica 25 ottobre, nella “Kombank dvorana” di Belgrado si terrà un concerto chiamato “Le 12 stagioni”, organizzato dal Centro dei festival di Belgrado. Si tratta di un nuovo progetto del violinista Hacatur Almazian, che presenterà al pubblico serbo “Le nuove stagioni” del compositore armeno contemporaneo Vache Sharafyan assieme all’orchestra femminile “Almazian Symphony”, oltre ad alcune famose opere di Antonio Vivaldi e Astor Piazzolla.

Il programma del concerto, sotto la regia di Marko Manojlović, vedrà la partecipazione di altri artisti: l’attrice Sloboda Mićalović, una star dei palcoscenici mondiali dell’opera, il soprano Svetlana Aksenova, la ballerina solista del Teatro Nazionale di Belgrado, Tatjana Tatić, e la vincitrice del format “Ucraina’s got talent” “Ksenia Simonova. Ognuno di loro si esibirà in una delle stagioni e darà la sua interpretazione dell’opera di questo compositore di fama mondiale. La canzone primaverile, il ballo estivo, l’aria autunnale e la luna invernale, ogni esibizione avrà una protagonista d’eccezione: cantante, ballerina, fumettista e narratrice.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

Il violinista e produttore armeno Hacatur Almazian è direttore artistico, leader e solista del popolare e versatile ensemble femminile “Almazian Symphony”, composto da musiciste di grande talento, che ha fondato insieme alla violoncellista Tamara Savić nel 2007.

Fanno parte della “Sony Music Entertainment” dal 2013 e hanno pubblicato il loro primo album in collaborazione con la televisione nazionale francese.

I biglietti per il concerto al prezzo di 1.000 dinari sono in vendita al botteghino della “Kombank dvorana”.

https://www.blic.rs/kultura/koncert-hacatura-almazjana-12-godisnjih-doba-u-beogradu-ucestvuje-zenski-orkestar/5wf3p0j

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in 12 stagioni, Almazian, concerto, Kombank Dvorana
Senza i cinema anche nel mese di luglio

Gli italiani “40 Fingers” per la prima volta a Belgrado

Close