Le 100 donne più potenti della Serbia

Chi è stata la donna più potente in Serbia nel 2023? Ci sono cambiamenti nelle posizioni di vertice rispetto alla lista del 2022? L’ultima lista delle 100 donne più potenti in Serbia è stata compilata in consultazione con analisti politici, esperti di economia, professionisti dei media e ONG.

Ecco la classifica 2023.

  1. Ana Brnabić – Primo Ministro serbo

La signora Brnabić è ancora una volta in cima alla lista delle 100 donne più potenti in Serbia come primo ministro del paese per l’ottavo anno consecutivo.  Prima di entrare a far parte del potere esecutivo, è stata direttrice della Continental Wind Company in Serbia, che lavora nel settore dei parchi eolici. Ha partecipato alla fondazione ed è la prima direttrice della fondazione no-profit Pexim, che concede borse di studio a studenti di talento provenienti da Serbia e Macedonia del Nord per completare i loro studi di master a Cambridge, a condizione che tornino nel paese e ne aiutino lo sviluppo economico e sociale. È stata consulente in diverse aziende americane e ha partecipato attivamente alla fondazione dell’Alleanza Nazionale per lo Sviluppo Economico Locale – NALED, nel 2006. Brnabić vive in unione civile con la compagna Milica e hanno un figlio di quattro anni.

Brnabic

  1. Jorgovanka Tabaković – Governatore della Banca Nazionale di Serbia

Jorgovanka Tabaković è alla guida della più importante istituzione finanziaria della Serbia dal 2012.  Nel giugno 2018, il Parlamento serbo l’ha nominata governatrice per un nuovo mandato di sei anni. È una delle persone più influenti dell’SNS e gode anche della fiducia di Aleksandar Vučić. Dopo essersi laureata presso la Facoltà di Economia di Pristina, ha lavorato come insegnante di scuola superiore, direttrice finanziaria presso la società Grmija e vicedirettrice della Pristina Bank e di Telekom Serbia. È stata anche deputata nelle ultime sei convocazioni del Parlamento nazionale.

  1. Dragana Marković – Direttrice dell’Amministrazione fiscale serba

Per anni, Dragana Marković ha garantito la stabilità delle finanze pubbliche nel settore delle entrate fiscali e l’aumento delle entrate di bilancio. A metà dello scorso anno, Dragana Marković è stata rieletta direttrice dell’Amministrazione fiscale della Serbia per un mandato di cinque anni. È entrata a far parte dell’Amministrazione fiscale dopo aver ricoperto il ruolo di vice capo della logistica dell’Agenzia per la sicurezza e l’informazione (BIA). È anche un curatore fallimentare autorizzato.

  1. Suzana Vasiljević – Segretaria stampa e consigliere per i media del presidente serbo

Suzana Vasiljević è la più stretta alleata del presidente serbo Aleksandar Vučić da un decennio.  Sebbene sia ufficialmente la sua consigliera per i media, la gamma dei suoi compiti è molto più ampia. È stata una delle prime funzionarie a entrare a far parte del gabinetto di Vučić nel 2012, quando è diventato ministro della Difesa e primo vice primo ministro. Ha studiato giornalismo e germanistica a Berlino e cinema e televisione alla Facoltà di Arti Drammatiche di Belgrado. Ha lavorato per diverse emittenti televisive straniere – BBC, ARD e ORF.

  1. Anke Konrad – Ambasciatrice tedesca in Serbia

Anke Konrad è un’esperta diplomatica e l’attuale ambasciatrice tedesca in Serbia. Ha iniziato la sua carriera nel Ministero degli Esteri tedesco nel 1993 e ha prestato servizio all’estero a Varsavia, Ginevra, Abidjan e Lusaka. L’ambasciatore Konrad parla fluentemente russo e polacco e attualmente sta imparando il serbo. È cresciuta nella Germania dell’Est.

  1. Irena Vujović – Ministro dell’Ambiente

Vujović è membro dell’SNS dal 2008. Durante la sua carriera politica, è stata eletta membro del Parlamento per due mandati. È stata anche membro della commissione per le questioni amministrative-di bilancio e di immunità di mandato, della commissione per l’economia, lo sviluppo regionale, il commercio, il turismo e l’energia, presidente della commissione per gli affari esteri, nonché capo della delegazione permanente dell’Assemblea parlamentare della cooperazione economica del Mar Nero e presidente del gruppo di amicizia con l’Azerbaigian.

  1. Maja Popović – Ministro della Giustizia

La ministra della Giustizia serba Maja Popović si è laureata alla Facoltà di Giurisprudenza, ha studiato e si è formata all’estero, ha lavorato all’Ordine degli Avvocati e all’età di 26 anni è stata nominata giudice del Primo Tribunale municipale di Belgrado, il più giovane in assoluto nel nostro Paese. È entrata a far parte dell’Agenzia per la sicurezza e l’informazione (BIA) nel 2014, dove è diventata capo del gabinetto del direttore nel 2015. Parla correntemente inglese, spagnolo, italiano e francese, è sposata e ha due figli.

  1. Jelena Tanasković – Ministro dell’Agricoltura

Jelena Tanasković è una banchiera e politica serba che ricopre la carica di ministro dell’agricoltura, delle foreste e dell’economia idrica dal 2022. Si è laureata in economia presso la Facoltà di Economia dell’Università di Belgrado. Ha iniziato la sua carriera nel 2003 in una società privata di trading esterna nel settore finanziario; in seguito ha lavorato come banchiera per NLB Group per dieci anni. Nel 2017 è stata nominata segretaria delle finanze di Belgrado. Un anno dopo, è diventata segretaria di Stato presso il Ministero delle Finanze ed è stata una stretta collaboratrice di Siniša Mali. Nel 2020 è stata nominata membro del consiglio di amministrazione della Dunav Insurance Company ed è stata nominata segretaria di Stato presso il Ministero della protezione ambientale.

  1. Dubravka Đedović Handanović – Ministro dell’Energia e delle Miniere

È nata nel 1978 a Belgrado e si è laureata in banca e finanza presso la Facoltà di Economia di Belgrado. Ha conseguito un master in finanza e management presso la SDA Bocconi School of Management di Milano e la UCLA Anderson School of Management di Los Angeles. Ha pubblicato diversi articoli scientifici sul tema dei partenariati pubblico-privati e del finanziamento di progetti in collaborazione con l’Università di Belgrado ed è docente ospite presso i master presso l’University College di Londra. È stata nominata ministra delle miniere e dell’energia dopo essere stata in precedenza membro del comitato esecutivo della NLB Komercijalna Banka, alla quale è stata nominata nel 2021. È stata anche direttrice dell’Ufficio di rappresentanza regionale della Banca europea per gli investimenti (BEI) per i Balcani occidentali.

  1. Danica Grujičić – Ministro della Salute

Il Ministro della Salute serbo, la professoressa Danica Grujičić, MD, è uno dei neurochirurghi più rinomati in Europa e direttore dell’Istituto di Oncologia e Radiologia. È a capo del Dipartimento di Neuro-oncologia del Centro Clinico della Serbia, professore presso la Facoltà di Medicina di Belgrado e presidente della Commissione per l’implementazione di nuove tecnologie sanitarie presso il Ministero della Salute.

L’elenco comprende anche Olivera Zekić, direttrice dell’Autorità di regolamentazione dei media elettronici (REM) (11° posto), Jelena Galić, membro del comitato esecutivo di AIK Bank (12° posto), Jasmina Vasović, presidente della Corte suprema di cassazione (13° posto), Tanja Miščević, ministro dell’Integrazione europea (14° posto), Jelena Drakulić, direttrice di Ringier Serbia (15° posto), Mirjana Čizmarov, direttrice dell’Autorità per l’aviazione civile (16° posto),  Tatjana Vukić, Presidente del Consiglio di Sorveglianza di Dunav Osiguranje (17° posto), Jelena Begović, Ministro della Scienza (19° posto) e Sanja Radojević Škodrić, Direttrice ad interim del Fondo di Assicurazione Sanitaria dello Stato (20° posto), la direttrice di Delta Holding Milka Vojdovic (25° posto), la cantante Svetlana Ceca Raznatovic (27° posto), la moglie del Presidente della Repubblica Tamara Vucic (28° posto), la direttrice generale della catena di supermerkati Delhaize Srbija Gorica Jovovic (38° posto), la vicepresidente del Partito della libertà e del diritto Marinika Tepic (49° posto).

(Blic, 13.02.2024)

https://www.blic.rs/vesti/drustvo/lista-100-najmocnijih-zena-u-srbiji/qsmf08e

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
× Thinking to invest in Serbia? Ask us!