L’azienda “Sinvon” licenzia 200 dipendenti a Nis

L’azienda “Sinvon”, la fabbrica sorella della giapponese “Yura” aperta a Nis nel 2011 e che produce cavi per l’industria automobilistica, ha informato via SMS 200 lavoratori di non poter prolungare i contratti in essere a causa del ridotto volume di affari.

La notizia è stata confermata da un operaio che ha ricevuto l’SMS dal personale di servizio.

“Vi informiamo che a causa del ridotto volume di lavoro nel prossimo periodo, non siamo in grado di prolungare il vostro contratto. Si prega di contattare l’ufficio del personale durante la prossima settimana dalle 7:00 alle 15:00 per ritirare la documentazione e regolare le pendenze”.

Formalmente, come ha spiegato un avvocato, i lavoratori non sono stati licenziati dal datore di lavoro, ma il loro contratto di lavoro è stato risolto alla scadenza del termine.

All’apertura della fabbrica nel 2011, era stato annunciato che alla società sudcoreana erano stati approvati sussidi statali per tre milioni di euro onde garantire l’occupazione di 300 lavoratori; successivamente era stato deciso di assumere altri 190 operai, nonostante non fossero stati concessi ulteriori incentivi.

https://mondo.rs/Info/Ekonomija/a1430928/radnici-dobili-otkaz-fabrika-jura-sinvov.html

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top