L’azienda giapponese avvia la costruzione di uno stabilimento da 50 milioni di euro a Inđija

La società giapponese JFE Shoji Corporation ha avviato la costruzione di uno stabilimento per la produzione di parti metalliche per motori elettrici nella città di Inđija, in Vojvodina. Nella fabbrica saranno investiti circa 50 milioni di euro.

Si prevede di impiegare fino a 150 persone nella prima fase e di avviare la produzione all’inizio del 2025. L’area dello stabilimento si estende su 18.000 ettari di terreno ed è il primo stabilimento europeo di JFE Shoji.

Alla cerimonia di inaugurazione hanno partecipato il presidente serbo Aleksandar Vucic, l’ambasciatore giapponese Akira Imamura, il ministro serbo del Commercio interno ed esterno Tomislav Momirovic, l’assistente del ministro dell’Educazione duale Gabrijela Grujic e il presidente del Comune di Indjija Vladimir Gak.

Nell’occasione, Vucic ha dichiarato che il governo serbo ha concesso una sovvenzione di 2,86 milioni di euro all’azienda giapponese per la costruzione dello stabilimento di Inđija. Ha ringraziato l’ambasciatore Akira Imamura per il lavoro svolto per avvicinare Tokyo e Belgrado e per l’interesse delle aziende giapponesi a fare affari in Serbia.

Il vicepresidente esecutivo della JFE Shoji Corporation, Yoshitsugu Kobayashi, ha dichiarato che le ultime tecnologie utilizzate dall’azienda contribuiranno allo sviluppo dell’industria automobilistica ed elettrica in Serbia e in Europa.

La JFE Shoji è stata fondata nel 1954 e impiega più di 8.500 persone in oltre 54 impianti di produzione e filiali in paesi del Sud-Est asiatico, Cina e Nord America.

(NS Uživo, 18.03.2024)

https://nsuzivo.rs/srbija/jfe-shoji-treca-japanska-kompanija-u-srbiji-ulaze-50-miliona-i-stvara-200-novih-radnih-mesta-video-foto

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top