Lavorare da casa ha ridotto del 20% i costi di utilizzo delle risorse

Si stima che lavorare da casa abbia ridotto il costo di utilizzo di varie risorse di almeno il 20% circa e il tempo trascorso nelle riunioni utilizzando piattaforme online è già stato ridotto fino al 50%, è stato affermato ieri nel workshop online dal titolo “La digitalizzazione come sostegno allo sviluppo sostenibile”.

Nikola Markovic, coordinatore del gruppo di lavoro della Convenzione nazionale sull’UE, che monitora il Capitolo 10, Società dell’informazione e media, afferma che la digitalizzazione è uno dei fattori più potenti a sostegno dello sviluppo sostenibile, perché consente di risparmiare molte risorse, e sottolinea l’importanza degli effetti positivi delle moderne tecnologie, soprattutto durante la pandemia.

“Attraverso la digitalizzazione, si realizza la trasformazione del business e in questo modo si realizzano risparmi e vantaggi”, ha affermato Markovic.

Tra gli effetti positivi, in primo luogo, ha citato lo sviluppo dell’eGovernment, che consente notevoli risparmi di risorse sia per i cittadini che per il governo stesso.

Un altro tipo di applicazione dice, è l’e-commerce come tipo di commercio più economico, che l’anno scorso, sotto l’influenza della pandemia da coronavirus, ha registrato una crescita di quasi il 100%.

Lo stesso ha affermato che nel 2019 il valore dell’e-commerce in Serbia ammontava a 17 miliardi di dinari e nel 2020 a 33 miliardi, che, dice, è quasi il doppio.

Markovic ha anche sottolineato che il pagamento elettronico riduce i costi, così come il telelavoro.

“La comparsa del fenomeno del cloud computing tra gli utenti riduce i costi fino al 50% nell’uso delle risorse adeguate”, ha detto Markovic, aggiungendo che i risparmi si realizzano anche grazie all’organizzazione delle lezioni online.

Tuttavia, afferma che, allo stesso tempo, viene sollevata la questione degli effetti collaterali dell’uso di queste tecnologie, come la perdita di contatto con le persone, la sicurezza del lavoro da casa, nonché confusione tra orari di lavoro e periodi di riposo.

“Queste sono tutte domande che meritano una risposta, e alcune di esse dovranno essere precisate da regolamenti”, ha detto Markovic, citando l’importanza di adottare la vecchia strategia di sviluppo sostenibile.

https://www.dnevnik.rs/ekonomija/naslovi/rad-od-kuce-smanio-troskove-koriscena-resursa-20-odsto-31-03-2021

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... computing, lavoro da casa, risorse
Quante sono davvero le riserve di litio nel mondo, e in Serbia?

La tecnologia cloud in Serbia, questa sconosciuta

Chiudi