Lanciata una petizione online a favore di una legge sulle unioni omosessuali

La “Belgrade Pride” ha lanciato una petizione online che chiede l’approvazione di una legge sulle unioni di persone dello stesso sesso. La petizione è stata lanciata l’altro ieri e finora state raccolte più di 1.700 firme.

I promotori della petizione sperano che in questo modo si rispolvererà il progetto di legge sulle comunità omosessuali, redatto dieci anni prima. La petizione è un buon mezzo democratico per far esprimere una parte della popolazione, anche se non deve per forza portare all’adozione della legge.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

Jovan Ilic, coordinatore del “Pride info center”, afferma che la petizione rimarrà in essere fino all’adozione della legge.

“La petizione è stata lanciata l’altro ieri e durerà finché non avremo una legge. Fino ad ora abbiamo 1700 firme. La registrazione di unioni dello stesso sesso è diversa dal matrimonio. Serve a garantire la visibilità delle comunità omosessuali davanti alla legge”.

“Ciò significa che una comunità di partner dello stesso sesso è riconosciuta dalla legge, che i regolamenti sulla divisione della proprietà si applicano ai partner dello stesso sesso se quella comunità cessa di esistere, che i partner dello stesso sesso possono ereditare alle stesse condizioni di una coppia eterosessuale, quindi che un partner omosessuale ha il diritto di ereditare la pensione in caso di morte, che le coppie omosessuali possono godere del diritto alla protezione da violenza domestica, che in caso di malattia di un partner l’altro ha il diritto di essere informato sulla sua malattia, sul trattamento e sullo stato di salute, che i partner omosessuali hanno il diritto di partecipare al processo decisionale relativo alla scelta del trattamento medico per il loro partner, che i partner dello stesso sesso possono visitarsi l’un l’altro in prigione e che hanno il diritto di prendere il corpo del loro partner e seppellirlo”, si legge nella petizione.

Quanto sopra differisce però dal matrimonio in quanto non apre la possibilità di adottare dei figli. Secondo Ilić, l’adozione è per ora “a livelli di pura fantascienza” e lui pensa che la registrazione delle comunità sia solo il primo passo per poi cambiare la Costituzione in futuro.

“Il motivo principale per cui non combattiamo per il matrimonio è che, secondo la Costituzione, è destinato esclusivamente a persone di sesso diverso, uomo e donna. La legge sulle unioni di persone dello stesso sesso non deve cambiare la Costituzione, quindi è molto più facile approvarla e porterà quasi gli stessi diritti del matrimonio alle coppie omosessuali”, ha sottolineato Ilić riguardo alle iniziative della comunità LGBT.

“Al momento l’adozione di figli è fantascienza per la Serbia. La cosa più importante è approvare al più presto una legge che permetta alle coppie dello stesso sesso che vivono insieme da 10, 15, 20 anni, che hanno costruito le loro vite insieme, che hanno case, appartamenti etc. di essere riconosciute davanti alla legge”.

https://www.blic.rs/vesti/drustvo/koliko-je-srbija-blizu-usvajanju-zakona-o-istopolnom-partnerstvu/5sy660t

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Altro... adozione figli, gay pride, Legge, omosessuali
Svendite, saldi, sconti stagionali: nuova legge, nuove regole

I rappresentanti dell’opposizione addottano la proposta dell’Accordo con il popolo

Chiudi