L’Ambasciata d’Italia a Belgrado promuove il Big Science and Business Forum Italia-Serbia

L’Ambasciata d’Italia a Belgrado ha ospitato ieri la prima di una serie di presentazioni per la promozione del Big Science Business Forum 2024 (BSBF), con il supporto del Ministero degli Esteri italiano.

Il BSBF si svolgerà dall’1 al 4 ottobre 2024 e porterà a Trieste i rappresentanti delle più grandi e importanti organizzazioni di ricerca europee per discutere le possibilità di collaborazione con l’industria e la creazione di partnership commerciali tra gli stakeholder locali e le grandi organizzazioni scientifiche nel mercato delle Big Science Organizations. Si tratta di un settore che ogni anno mobilita risorse per circa 10 miliardi di euro a livello europeo ed è un mercato importante soprattutto per le aziende che cercano di promuovere le loro operazioni internazionali. Il mercato della Big Science offre anche l’opportunità di collaborare con grandi laboratori e infrastrutture di ricerca per sviluppare nuove soluzioni, servizi e tecnologie all’avanguardia, utilizzando competenze e capacità avanzate.

All’evento di Belgrado, organizzato dall’Ambasciata in collaborazione con l’Iniziativa Centro Europea (CEI), la Regione Friuli-Venezia Giulia, il Ministero della Scienza, dello Sviluppo Tecnologico e dell’Innovazione della Repubblica di Serbia e la Camera di Commercio e Industria della Serbia (PKS), hanno partecipato numerose aziende del Paese, oltre a rappresentanti del governo serbo, delle principali organizzazioni nazionali di ricerca e innovazione e dei parchi scientifici e tecnologici della Serbia. Sono intervenuti, tra gli altri, l’Assessore al Lavoro, Formazione, Istruzione, Ricerca, Università e Famiglia della Regione Friuli-Venezia Giulia, Alessia Rosolen, il Segretario Generale della CEI, Roberto Antonione, e il direttore dell’organizzazione ospitante BSBF Trieste 2024, Paolo Acunzo della Società ENEA.

“La scelta di Belgrado come luogo in cui si terrà la prima presentazione del Big Science Business Forum 2024 dimostra l’importanza che l’Italia attribuisce alla Serbia come partner economico strategico nella regione”, ha dichiarato l’Ambasciatore d’Italia in Serbia, S.E. Luca Gori. “La Serbia investe molto in settori ad alto contenuto tecnologico: ICT, agrotecnologie, biotecnologie e intelligenza artificiale. Il Big Science Business Forum creerà un’ulteriore opportunità per l’ecosistema dell’innovazione serbo di potenziare le proprie competenze”, ha aggiunto l’Ambasciatore Gori.

“Questa è la prima visita ufficiale del BSBF nei Paesi dell’Europa centrale e orientale. L’apertura a questa importante parte dell’Europa era una delle nostre priorità quando abbiamo presentato la candidatura nazionale per ospitare il Big Science Business Forum in Italia. Ciò consentirà al mondo imprenditoriale e scientifico dell’Europa centrale e orientale di sfruttare appieno le opportunità di crescita economica e di sviluppo tecnologico offerte dal mercato europeo della Big Science. Ringrazio l’Ambasciata d’Italia a Belgrado e la CEI – Iniziativa Centro Europea per la preziosa collaborazione”, ha dichiarato l’assessore al Lavoro, Formazione, Istruzione, Ricerca, Università e Famiglia della Regione Friuli-Giulia, Alessia Rosolen.

“L’espansione dell’UE nei Balcani occidentali, che l’Iniziativa Centro Europea sostiene con convinzione, prevede una forte integrazione economica nei settori strategici della Big Science. Sono certo che le aziende serbe e gli operatori del settore sapranno cogliere le opportunità offerte dal Big Science Business Forum 2024 e parteciperanno attivamente alla creazione del mercato europeo della Big Science”, ha dichiarato il Segretario Generale della CEI Roberto Antonione.

“L’assegnazione all’Italia dell’organizzazione del BSBF europeo di quest’anno è un riconoscimento del ruolo di primo piano che il nostro sistema italiano svolge nel mondo della Big Science. Questo ruolo assume un significato particolare grazie all’impegno a coinvolgere nuove organizzazioni di altri Paesi nella costruzione di questo settore innovativo del mercato comune europeo”, ha dichiarato il direttore dell’organizzazione ospitante BSBF Trieste 2024, Paolo Acunzo dell’ENEA.

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top