L’afflusso di investimenti diretti esteri in Serbia cala di quasi il 30%

Nei primi otto mesi del 2020 la Serbia ha registrato un afflusso netto di investimenti diretti esteri (IDE) di 1,66 miliardi di euro, il 28,9% in meno (677,6 milioni) rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

L’afflusso degli investimenti dei non residenti in Serbia è stato di 1,72 miliardi di euro, 807,5 milioni di euro meno (31,9%) rispetto a un anno fa. L’afflusso netto degli investimenti di portafoglio è ammontato invece a 1,4 miliardi di euro o 1,2 miliardi di euro in più.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

Il deflusso netto sulla base di altri investimenti (cassa e depositi, prestiti finanziari e prestiti commerciali) è stato pari a 1,0 miliardi di euro, mentre nel periodo gennaio-agosto 2019 si era registrato un afflusso netto di 846,4 milioni di euro.

Nell’ambito degli altri investimenti, è stato registrato un aumento dei depositi delle banche commerciali nazionali all’estero per un importo di 457,5 milioni di euro.

Gli esperti di studi macroeconomici affermano che l’afflusso netto degli IDE in Serbia nel periodo gennaio-agosto di quest’anno consente la piena copertura del disavanzo sui conti correnti della bilancia dei pagamenti (103,7%).

Secondo le prime stime, circa il 60% degli IDE è stato investito nei settori commerciabili, principalmente manifatturiero (32,9%) e trasporti (20,7%), seguiti dalle costruzioni (13,7%) e dal settore finanziario (7%).

La maggior parte degli investimenti in Serbia proviene dai Paesi europei (circa il 68,4% dai paesi dell’UE e circa il 5,3% dalla Russia) e dai Paesi asiatici (circa il 20,2%), principalmente dalla Cina (circa il 18,9%).

https://www.b92.net/biz/vesti/srbija.php?yyyy=2020&mm=11&dd=05&nav_id=1758923

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... banche commerciali, IDE investimeni, manifatturiero, trasporti
Media e ONG serbi accusati di riciclaggio di denaro

Zorana Mihajlovic: “I danni a trasporti e infrastrutture superano i 110 milioni di euro”

Chiudi