L’aborto selettivo: sempre più bambini maschi nella regione

In Serbia, cosi come nel Montenegro e l’Albania, le donne decidono di interrompere la gravidanza se scoprono che stanno aspettando una figlia femmina, dice per “Blic” il dottor M. Dusan Protic, ginecologo privato di Belgrado.

La maggioranza dei suoi pazienti che arrivano dalla regione sono quelli dal Montenegro. Vengono da lui per scoprire il sesso del feto nella fase iniziale per poter decidere sull’aborto selettivo. Molti casi registrati vengono dalla Serbia, ma ci sono anche quelli dall’estero, come la Germania.

“Le coppie che vengono da me spesso hanno due o tre figlie e vorrebero che il prossimo fosse maschio. Ci sono anche i casi in cui i genitori vorrebero che il primo l'aborto selettivofiglio fosse maschio e dove la gravdanza finisce con l’aborto se il risultato delle analisi mostra che c’è una femmina.”- dice dispiaciuto il dottor Protic.

Per determinare il sesso nella fase iniziale, nella sua clinica si usa il metodo della biopsia dei villi coriali e il metodo basato sulla presa del sangue da una vena e successiva analisi del DNA del feto. L’intervento di cordocentesi costa approssivamente 400 euro ed è l’opinione di dr Protic che le coppie disposte a pagare questo importo non lo fanno per propria curiosità ma per essere capaci di abortare entro i temini specificati con la legge, 10 settimane di gravidanza.

Prof. Snezana Rakic, la direttrice della Clinica di Ginecologia e Ostetricia “Narodni front”, la più visitata in Serbia, informa che l’aborto selettivo è più spesso fatto in cliniche private e in tacito accordo col ginecologo, spiegando che l’aborto selettivo non è disponibile negli ospedali pubblici. Il Consiglio europeo ha richiesto l’anno scorso dalle autorità a Podgorica i dati relativi aborti selettivi richiesto, dopo che il Fondo per la popolazione delle Nazioni Unite ha classificato Montenegro tra i paesi in cui sono nati sproporzionatamente più maschi che le femmine.

 

(21.12.2015, Blic)

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top