La turca “PamirCo” investirà un milione di euro nella lavorazione del legno a Sabac

Questa azienda turca ha in piano di iniziare fra un mese la produzione nella zona franca di Sabac, e di assumere 400 dipedenti nei prossimi due anni.

Il proprietario dell’azienda “PamirCo”, Rustem Boztunc, a seguito dell’iniziativa del vicepresidente del Governo serbo e Ministro del commercio, turismo e telecomunicazioni, Rasim Ljajic, ha visitato Sabac dove con i rappresentanti dell’autorità locale ha parlato dell’avvio di un’attività d’impresa e di espansione della produzione, nonché delle possibilità che la città di Sabac potrebbe offrirgli.

Come abbiamo già annunciato, gli investitori turchi arrivano uno dopo l’altro. Noi abbiamo il dovere di agevolare le procedure amministrative affinchè la produzione nella zona franca di Sabac possa iniziare fra trenta giorni. All’inizio saranno assunti 40 dipendenti, e nei prossimi due anni ci si aspetta l’assunzione di altri 400 lavoratori”, ha detto ministro Ljajic, aggiungendo che nel primo anno il valore di questo investimento ammonterà a un milione di euro.

Il sindaco di Sabac, Nebojsa Zelenovic ha ricordato che a Sabac c’è il Centro per il trasporto della merce con i capannoni che si estendono su un area di oltre 13.000 metri quadrati, fatto molto interessante per gli investitori esteri. Inoltre, Zelanovic considera che proprio questo abbia attratto il proprietario dell’azienda turca.

Sabac ha una posizione ottima relativamente ai boschi in Bosnia, Vojvodina e Croazia, nonchè la vicinanza dell’autostrada le da priorità rispetto alle altre città in Serbia. L’invesitore turco opererà in ambito del Centro per i transporti della merce, in regime di zona franca, il che significa che sia l’importazione che l’esportazione della merce saranno agevolate”- ha detto Zelanovic.

Questa azienda turca si trova al secondo posto in Europa per la produzione di pallette e traverse di legno”, ha sottolineato il sindaco di Sabac, che ha ringraziato al Governo serbo per il  suo supporto e cooperazione.

L’investitore Boztunc ha spiegato che l’operazione attuale in Romania richiede un’espansione delle attività e che hanno trovato le materie prime in Serbia, nonché la città di Sabac ha offerto vari vantaggi.

(eKapija, 13.11.2014.)

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top