La turca “Erenli” apre un nuovo stabilimento a Leskovac; Vucic preoccupato per il prezzo del gas

Il Presidente della Serbia, Aleksandar Vučić, è presente oggi alla cerimonia in occasione del completamento della prima fase dei lavori per la costruzione del nuovo stabilimento dell’azienda turca “Erenli” a Leskovac.

Aleksandar Vučić ha dichiarato di ricordare come a Leskovac alcuni anni fa ci fosse solo dell’erba nel luogo in cui si trova ora la fabbrica. “Questa è la 23° compagnia turca in Serbia. Credo che possiamo fare ancora di più”, ha detto Vučić.

Il Presidente ha affermato che il prezzo del gas è ai massimi storici e lo stesso vale per il prezzo del petrolio. “Se prendono la decisione di fare a meno del petrolio russo, allora salirà a due o tre volte il massimo storico. Il rublo è sceso del 38%, le banche europee stanno fallendo in modo incredibile. Il mondo intero sta crollando davanti a noi. Tutto ciò che sapevamo esistere scompare improvvisamente davanti ai nostri occhi”, ha detto Vučić.

Le aziende turche sono preoccupate per la crescita dell’elettricità in Europa e nel mondo, ha rivelato Vucic. “Benvenuti in Serbia e restate qui a lungo. Congratulazioni alla gente di Leskovac per un’altra fabbrica”, ha detto il Presidente.

L’azienda turca “Erenli” di Leskovac segna oggi il completamento della prima fase dei lavori per la costruzione di uno stabilimento per la produzione di sistemi di circolazione dei fluidi per autoveicoli, alla presenza del Presidente Aleksandar Vučić. Al suo arrivo a Leskovac, Vučić ha tenuto un incontro con la direzione dell’azienda. Oltre a lui sono presenti il Ministro dell’Economia Andjelka Atanaskovic, il Segretario di Stato al Ministero dell’Economia Dragan Stevanovic, il sindaco di Leskovac Goran Cvetanovic…

“Erenli” ha investito in questo stabilimento 16,6 milioni di euro e fino alla fine dello scorso anno aveva già assunto 15 ingegneri e tecnici, mentre durante quest’anno impiegherà circa 150 lavoratori. Un totale di 338 lavoratori dovrebbero essere impiegati in questa fabbrica entro la fine del ciclo di investimenti previsto nel 2025. L’azienda turca esporterà i componenti che produrrà nello stabilimento di Leskovac in Spagna, Italia, Portogallo e Germania.

Un rappresentante dell’azienda aveva detto all’inizio della costruzione della fabbrica, a metà ottobre dello scorso anno, che l’azienda ha deciso per Leskovac, perché la città è diventata un centro serbo per l’industria automobilistica e che in precedenza la britannica “Aptiv”, la sudcoreana “Yura” e la società serba “Autostop”, che producono componenti per l’industria automobilistica, avevano lo stesso aperto i loro stabilimenti nella città. La città di Leskovac e la Repubblica di Serbia hanno sovvenzionato la costruzione dell’impianto “Erenli” donando all’azienda sette ettari di terreno.

Photo credits: “BUDUCNOSTSRBIJEAV / INSTAGRAM”

https://www.blic.rs/biznis/vesti/vucic-u-leskovcu-predsednik-srbije-najavio-da-ce-nova-turska-fabrika-imati-vise-od/px9phkm

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top