La tedesca “Leoni” ha aperto la terza fabbrica a Nis: 21 milioni investiti, 1700 nuovi posti di lavoro

Ieri il primo ministro Alekandar Vucic ha aperto ufficialmente la fabbrica “Leoni” a Nis che produce i cavi per i veicoli “Jaguar” e “Land Rover” e che assumerà 1.700 operai. La fabbrica a Doljevac vicino Nis copre una area di 25.000 metri quadrati, con un valore complessivo dell’investimento di oltre 21 milioni di euro, che lo Stato serbo ha sovvenzionato con 10,5 milioni di euro, ovvero 7.000 euro per ogni nuovo posto di lavoro.
La costruzione della fabbrica è iniziata a agosto 2013, mentre a aprile 2014 sono svolte le verifiche tecniche e il collaudo.
“Leoni” è presente in Serbia dal 2009 ed accanto a “Draxelmaier” è uno dei primi investimenti da parte delle grande aziende tedesche dell’industria automobilistica. Questa fabbrica attualmente ha tre linee di produzione in Serbia, di cui due si trovano a Prokuplje e una a Doljevac vicino Nis.
“Leoni” ha investito oltre 36 milioni di euro in Serbia e attualmente assume 4.950 dipendenti. La Serbia ha dato nel complesso incentivi a questa azienda per 19,25 milioni di euro. “Leoni” ha aperto la prima fabbrica a Prokuplje e qui produce i cavi per BMW ed assume 1.800 operai, mentre l’altra fabbrica a Doljevac produce i cavi per “Land Rover” e “Jaguar” ed attualmente assume 1.500 operai a tempo indeterminato e 1.000 operai a tempo determinato. Il comune Doljevac ha fornito il terreno gratuitamente. Il terzo stabillimento di  “Leoni” è in affitto a Prokuplje, dove assume 50 operai e produce i cavi per gli elettrodomestici. 
“Leoni AG” è uno dei leader globali nella produzione dei cavi per l’industria automobilistica. Questa azienda assume 68.000 operai in 32 paesi, ha avuto un fatturato di 4,1 miliardi di euro nel 2014 e il profitto netto di 115,1 milioni di euro. 
Il primo ministro Aleksandar Vucic ha comunicato che l’obiettivo del governo è ridurre la percentuale della disoccupazione sotto 15% nei prossimi due anni ed ha invitato gli investitori tedeschi a continuare ad investire in Serbia.
Vucic ha detto che aspetta che questa azienda tedesca allarghi le sue capacità produttive, apra nuovi stabillimenti in Serbia ed assuma altri dipendenti: “Il governo li aiuterà. Siamo pronti a continuare la collaborazione e sono convinto che avremmo risultati positivi”, ha detto Vucic, aggiungendo che è orgoglioso perchè i fondi statali si spendono per far assumere i cittadini.
Inoltre, il primo ministro ha annunciato altre buone notizie e investimenti nelle comuni Pcinj, Jablanica, Pirot, Toplica e Nis, indicando che il governo farà tutto il possibile per ridurre la disocuppazione nel sud del paese. 
(Tanjug, 18.11.2015.)

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Altro... Aleksandar Vucic, disoccupazione, industria automobilistica, investimenti
L’italiana Dimmidisi vuole aprire in Vojvodina

Vucic annuncia l’aumento di stipendi e pensioni
Chiudi