La stragrande maggioranza dei cittadini serbi ritiene importante che il Kosovo rimanga Serbia

Più dell’85% dei cittadini serbi ritiene che preservare il Kosovo e Metohija come parte della Serbia sia un importante interesse nazionale. Quasi tre persone su quattro, su un campione di 1.186 intervistate dal 5 al 15 agosto (senza il Kosovo), dal team scientifico dell’FPN, nell’ambito del progetto triennale “Nacionalni interes Republike Srbije, od osporavanja do legitimizacije”, ritiene che la normalizzazione delle relazioni tra Belgrado e Pristina sia un importante interesse nazionale. La ricerca è stata condotta con il sostegno del Fondo per la scienza della Serbia – “National(S)”, che è parte del programma “IDEJE”.

Quasi il 50 per cento dei cittadini serbi ha anche respinto una proposta in cui non è menzionato il riconoscimento: cioè l’adesione del Kosovo all’ONU senza il riconoscimento formale in cambio della formazione dell’Associazione dei comuni serbi (Zso). Solo il 19 per cento ha risposto affermativamente a questa proposta. Il mantenimento della sicurezza dei serbi in Kosovo e Metohija è inoltre una priorità assoluta per i cittadini della Serbia, per quasi il 91 per cento degli intervistati. Solo il 13 per cento degli intervistati ritiene che la Serbia appartenga all’Occidente, il 20 per cento all’Oriente, ma in realtà la percentuale più alta di questi – oltre il 50 per cento – afferma che non appartiene né all’Est né all’Ovest. Allo stesso tempo, il 69 per cento dei cittadini sostiene fondamentalmente la politica di neutralità militare della Serbia e non la cambierebbe.

“L’81 per cento dei cittadini inoltre si preoccupa di avere buoni rapporti con i loro vicini nella regione. La stessa percentuale ritiene che le sanzioni non dovrebbero essere imposte alla Federazione Russa”, ha affermato Stevan Nedeljkovic, riporta il portale “Kossev.” I risultati hanno anche mostrato che la maggioranza dei cittadini serbi ritiene che l’appartenenza all’UE sia un interesse nazionale. Un 46 per cento di loro afferma che è un interesse nazionale oggettivo, quindi è anche il loro interesse, anche se si tratta di una maggioranza relativa non schiacciante.

Se si facesse ora un quesito referendario su come i cittadini voterebbero per l’adesione all’UE, al momento circa il 39% voterebbe sì e la stessa percentuale sarebbe contro. Sebbene il 47 per cento degli intervistati indichi gli interessi economici come un elemento chiave dell’interesse nazionale, il 23 per cento gli interessi politici, tra il 9 e l’11 per cento gli interessi democratici, identitari o ambientali, nonostante ciò la maggioranza non ne sacrificherebbe uno per il bene di altri. La maggioranza assoluta si opporrebbe a una politica che sacrifica la politica in nome del progresso economico; il 59,9 percento direbbe di no e la stessa percentuale si esprimerebbe così nel caso inverso.

https://www.politika.rs/sr/clanak/520211/istrayivanje-nacionalni-interesi-eu-kosovo

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top