La situazione in Kosovo preoccupa la NATO

Oggi il Presidente della Serbia, Aleksandar Vučić, ha parlato al telefono con il segretario generale della NATO, Jens Stoltenberg, in merito alla situazione in Kosovo e Metohija, che lo stesso ha giudicato preoccupante.

Vučić ha sottolineato che la Serbia non ha violato l’accordo di Bruxelles o la risoluzione 1244 né ha messo in pericolo in alcun modo la conservazione della pace. “L’occupazione completa con veicoli blindati nel nord del Kosovo e Metohija, condotta da Pristina, va avanti da sette giorni e tutta la comunità internazionale “sta in silenzio”, ha sottolineato Vucic.

Ha aggiunto che tutti sono “preoccupati quando vedono elicotteri e aerei serbi sul territorio della Serbia centrale, perché immagino non dovrebbero esistere, o non dovrebbero decollare fino a quando Kurti o qualcuno della comunità internazionale prima non lo approvi”.

Vučić ha sottolineato che la Serbia rispetta tutti gli accordi internazionali che ha firmato e che agirà sempre in modo responsabile e serio, ma che continua a chiedersi quando inizierà la formazione dell’Unione dei comuni serbi e quando le unità corazzate del Premier kosovaro Albin Kurti verranno ritirate dal Kosovo settentrionale e Metohija.

Alla fine, esprimendo gratitudine al segretario generale Stoltenberg “per l’atteggiamento corretto e il desiderio di ascoltare la parte serba”, Vučić ha chiesto quale norma e regolamento internazionale la Serbia abbia violato oggi, ieri o in qualsiasi momento. I due interlocutori hanno concordato di rimanere in costante contatto per la necessità di preservare la pace e la stabilità in tutta la regione.

Šef NATO u razgovoru s Vučićem ocenio situaciju na Kosovu kao zabrinjavajuću

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top