Sertic: “La Simpo può diventare un tesoro per la crescità della Serbia”

L’andamento del mobilificio Simpo e la possibilità di entrare in nuovi mercato sono stati i temi del confronto tra il ministro dell’Economia Zeljko Sertic e i dirigenti della fabbrica di Vranje, dove nel mese di gennaio dopo un periodo prolungato la produzione è stata riavviata.

“Mi auguro che la compagnia Simpo diventerà un vero tesoro per lo svilluppo economico della Serbia”, ha detto Sertic venerdì durante una intervista con i responsabili della gestione della fabbrica. “Non sarà facile, perché la società è fallita. Questo è il motivo della conversione del debito, grazie alla quale lo Stato è diventato socio di maggioranza”.

“Grazie ai piani basati sui principi di sostenibilità economica, la compagnia Simpo potrebbe operare con profitto. Secondo il ministro, nonostante le erogazioni dello Stato per quasi 130 milioni di euro negli ultimi dieci anni, la compagnia operava in perdota. I 5 milioni di euro donati alla compagnia Simpo da parte dello Stato attraverso un credito del Fondo per lo Sviluppo rappresentano l’ultima somma di denaro che l’azienda ha ottenuto direttamente dallo Stato”, ha detto Sertic. “Simpo, nonché le altre compagnie possono contare sullo Stato solo in termini di apertura dei mercati e di assistenza tecnica .Lo Stato è il proprietario di maggioranza di Simpo e tutti i prerequisiti per l’attuazione dei programmi sociali sono stati rispettati, tanto che quest’anno lo Stato ha assegnato 16 miliardi di dinari per l’attuazione dei programmi sociali”.

Il direttore generale di Simpo Sladjan Disic ha ricordato che alla fine dell’anno scorso 1.384 dipendenti si sono registrati al programma sociale, ma ha aggiunto anche che il sondaggio sarebbe stato realizzato ancora una volta. Pertanto, nei prossimi dieci giorni si saprà esattamene quanti dipendenti di Simpo hanno scelto di prendere i soldi e di lasciare la compagnia.

Il ministro Sertic ha detto che l’ex presidente della compagnia Dragomir Tomic si è dimesso . Tomic è il fondatore della compagnia e la sua decisione dovrebbe essere trattata con rispetto. Tuttavia, lui non fa più parte della compagnia e non potrà né direttamente né indirettamente influenzare le decisioni di oggi .

(Bizlife, 14.02.2015)

Share this post

scroll to top
More in Simpo, Vranje
Visita alla “Yumco” per valutarne l’acquisto

Italiani interessati a investire in rinnovabili a Vranje

Close