La settimana prossima il tavolo tra Fiat e Comitato di sciopero

Il presidente del Comitato di sciopero di “Fiat Plastik”, Zoran Milljković, ha confermato che con la mediazione di Ivica Lazović, direttore dell’Agenzia per la risoluzione pacifica delle controversie di lavoro, è stato ufficialmente concordato un incontro con la direzione della casa madre “Fiat” per martedì 7 settembre, presso la sede di Belgrado.

“Abbiamo fatto notare al direttore dell’Agenzia e alla direzione della “Fiat” che si tratta di una grossa spesa per il bilancio del nostro sindacato, che è molto modesto. Come Comitato di sciopero, abbiamo concordato quel primo incontro iniziale a Belgrado, ma chiederemo che tutte le ulteriori trattative si svolgano nei locali della “Fiat” a Kragujevac, dove abbiamo già negoziato innumerevoli volte con la direzione”, sottolinea Miljković, osservando che in conformità con la legge tali negoziati possono durare fino a 30 giorni.

Secondo lui, non ci saranno trattative per il ritorno delle macchine negli stabilimenti “Fiat Plastik” (trasferite illegalmente durante lo sciopero in corso da febbraio) e per il ritorno al lavoro di tutti coloro che sono stati mandati in congedo causa sciopero. Quello che gli scioperanti della “Plastik” vogliono negoziare con la dirigenza è riportare il regresso al livello del 1° gennaio di quest’anno, oltre a portare al 65% lo stipendio dei giorni non lavorativi, come avviene da anni in altre parti dell’azienda torinese.

https://www.danas.rs/ekonomija/menadzment-seda-za-sto-sa-strajkacima-fijat-plastika-u-utorak/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top