La Serbia, un Paese di famiglie monopersonali

Una famiglia su tre nel nostro Paese è composta da una sola persona: lo dicono i risultati appena pubblicati del censimento della popolazione.

Secondo le ultime statistiche, su 2.589.344 famiglie in Serbia, 773.945 sono costituite da una sola persona, mentre 711.946 famiglie hanno due membri. Ci sono 459.926 famiglie con tre membri, 375.565 famiglie con quattro membri, 156.050 famiglie con cinque membri e 111.912 famiglie con sei o più membri.

I dati mostrano anche che tra i due censimenti della popolazione, il numero di famiglie singole è aumentato di 218.478 unità. Nel censimento precedente, il maggior numero di famiglie era composto da due membri. Tradotto, significa che il numero di persone che vivono da sole è aumentato di oltre 200.000 unità in soli 11 anni e i risultati del censimento della popolazione di quest’anno mostrano che i nuclei familiari composti da un solo membro dominano nelle aree urbane: su 773.945 nuclei familiari composti da una sola persona, ben 528.823 si trovano nelle città.

I dati dell’Ufficio Statale di Statistica mostrano che la quota maggiore di famiglie singole sul totale delle famiglie è stata registrata nella regione di Belgrado, dove una famiglia su tre ha una sola persona (33,4%) e nella regione della Vojvodina (30,8%). Nella regione di Šumadija e nella Serbia occidentale, così come nella regione della Serbia meridionale e orientale, le famiglie composte da due persone sono leggermente più numerose di quelle composte da una sola persona, e queste due regioni hanno anche una quota maggiore di famiglie con sei o più membri (quasi il 6%) rispetto alla regione di Belgrado, in cui la quota di famiglie con sei o più membri è solo del 2,6% e alla regione della Vojvodina, dove solo il 3,4% delle famiglie ha più di cinque membri.

“Il processo di invecchiamento demografico in Serbia è in corso da diversi decenni e parallelamente si assiste al processo di riduzione progressiva dei membri delle famiglie.  Da un lato è il risultato della vita moderna: nella maggior parte dei Paesi europei le famiglie sono piccole e raramente i genitori decidono di avere un terzo figlio. Dall’altro lato, dalla Prima guerra mondiale le donne in Serbia non hanno messo al mondo un numero di figli sufficiente per la semplice riproduzione della nazione. Il numero di bambini nella nostra famiglia è in continua diminuzione e il numero di uomini e donne che non hanno figli è in aumento. A tutto ciò si aggiunge il fatto che i giovani migrano spesso dalle città più piccole a quelle più grandi, cioè partono per lavorare all’estero, lasciando così i genitori. Questo è un altro motivo per cui il numero di famiglie single è in continua crescita”, afferma il dottor Ivan Marinković, collaboratore scientifico senior dell’Istituto di Scienze Sociali.

(Politika, 13.07.2023)

https://www.politika.rs/sr/clanak/561741/srbija-stari-clan

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top