La Serbia rischia di diventare una discarica di merce di scarsa qualità e di prodotti non sicuri per la salute

L’organizzazione nazionale di consumatori della Serbia (NOPS) ha emesso oggi un avviso che la Serbia rischia di diventare la discarica di merce di scarsa qualità e di prodotti non sicuri. Secondo il comunicato della NOPS il numero dei reclami di consumatori relativi alla qualità della merce e l’aumento di casi sempre più frequenti di intossicazione alimentare dei consumatori di Serbia è in constante crescita.

“Il completo sistema di sorveglianza del mercato è fallito, essendosi limitato solo a frasi fatte come ‘Il cibo in Serbia è sicuro’ o ’Non c’è alcun pericolo per la salute e la sicurezza dei cittadini’, senza mai rendere note delle prove per queste affermazioni”, è stato evidenziato nel comunicato.

Si aggiunge inoltre che un gran numero di normative della Legge sulla sorveglianza del mercato, della Legge sulla sicurezza dei prodotti e della Legge sulla sicurezza del cibo non viene applicato in pratica o viene applicato solo parzialmente, con un minimo di trasparenza.

“Questa ha aperto la porta anche alle lobby delle importazioni, le quali per il desiderio di puro profitto e a causa degli scarsi controlli e sorveglianza importa di tutto in Serbia. Nel Paese candidato all’UE oggi abbiamo una discarica della merce di scarsa qualità e dei prodotti pericolosi”, avvisa la NOPS.

Inoltre, la NOPS  sta indicando da anni alle pessime soluzioni giuridiche, proponendo delle misure concrete, ma le stesse non andavano bene agli importatori i quali hanno avuto l’impatto decisivo sulla istituzione delle soluzioni legali.

IMG_2476

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top