La Serbia ottiene il registro digitale delle zone in cui investire

Il direttore dell’Istituto geodetico della Repubblica (RGZ) Borko Draskovic e la vice sindaca di Cacak, Milica Dacic, hanno firmato un accordo di cooperazione a Belgrado con lo scopo di sostenere l’Istituto nell’istituzione di un registro nazionale delle mappe/zone in cui investire (NRIM), rafforzando la capacità delle unità pilota delle amministrazioni locali e stimolando lo sviluppo economico.

L’istituzione del cosiddetto NRIM sarà attuata attraverso il progetto “Miglioramento del clima economico in Serbia”, una collaborazione tra il RGZ e dieci unità pilota delle amministrazioni locali, finanziato dall’Agenzia internazionale per lo sviluppo della Svezia. Il risultato finale del progetto è rendere questo registro facilmente accessibile a tutti i cittadini e potenziali investitori nazionali ed esteri con dati accurati e affidabili.

Scopri i principali investimenti esteri in Serbia nel 2018: clicca qui!

Il lavoro, del valore di oltre 2 milioni di euro, dovrebbe essere completato nei prossimi due anni; è stato preparato dopo la riuscita attuazione di un progetto pilota attuato dal RGZ con il Ministero delle costruzioni, dei trasporti e delle infrastrutture per le aree urbane di Kikinda e Vladicin Han, le cui mappe di investimento sono già state posizionate sulla piattaforma digitale di “GeoSerbia”.

https://www.blic.rs/biznis/vesti/srbija-dobija-digitalni-registar-investicionih-lokacija/ml710b9

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Altro... Borko Draskovic, investimenti, NRIM, RGZ
Il valore del mercato immobiliare in Serbia è in continuo aumento; Novi Sad al secondo posto per crescita

Due nuove fabbriche per l’industria automobilistica di Kragujevac

Chiudi