La Serbia non ha firmato la dichiarazione degli USA sull’Afghanistan

I Paesi dei Balcani occidentali, ad eccezione della Serbia e della Bosnia ed Erzegovina, hanno firmato la dichiarazione del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti sulla situazione in Afghanistan. Oltre a Croazia, Montenegro, Macedonia del Nord, Albania, Slovenia e l’autoproclamato Kosovo, il documento è stato siglato dai membri dell’UE così come da altri Paesi del mondo.

“Dato il deterioramento della situazione di sicurezza…chiediamo a tutte le parti di rispettare e sostenere la partenza sicura e organizzata di cittadini stranieri e afgani che desiderano lasciare il Paese. Coloro che sono al potere in Afghanistan sono responsabili della protezione delle vite umane e dei beni, e come ristabilire l’ordine. Gli afgani e i cittadini stranieri che vogliono andarsene devono poterlo fare. Strade, aeroporti e confini devono rimanere aperti e la pace deve essere mantenuta”, ha affermato il Dipartimento di Stato in una nota. “Gli afghani meritano di vivere in sicurezza e con dignità. Noi della comunità internazionale siamo pronti ad aiutarli”.

Il documento elenca anche i Paesi che hanno firmato la dichiarazione, dopo il ritiro dall’Afghanistan a cui è seguita l’offensiva delle forze talebane.

I Paesi firmatari sono: Albania, Australia, Austria, Bahamas, Belgio, Burkina Faso, Canada, Cile, Colombia, Costa Rica, Costa d’Avorio, Croazia, Repubblica Ceca, Danimarca, Repubblica Dominicana, El Salvador, Estonia, Alto Rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza security, Micronesia, Fiji, Finlandia, Francia, Georgia, Germania, Ghana, Grecia, Guatemala, Guyana, Haiti, Honduras, Islanda, Irlanda, Italia, Giappone, Kosovo, Lettonia, Liberia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Isole Marshall, Mauritania, Montenegro, Nauru, Paesi Bassi, Nuova Zelanda, Macedonia del Nord, Niger, Norvegia, Palau, Panama, Paraguay, Polonia, Portogallo, Qatar, Corea del Sud, Cipro, Romania, Sierra Leone, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Suriname, Svezia, Togo, Tonga, Uganda, Regno Unito, Ucraina e Yemen, riporta il “Guardian”.

https://www.b92.net/info/vesti/index.php?yyyy=2021&mm=08&dd=17&nav_category=78&nav_id=1908107

Photo credits: “EPA-EFE/ STRINGER”

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top