La Serbia ha l’inflazione più alta della regione

La Serbia detiene ancora il primato nella regione in termini di tasso di inflazione annuale. Secondo gli ultimi dati pubblicati nei Paesi della regione, la Serbia è al primo posto con un’inflazione annuale a febbraio del 6,4%.

Segue il Montenegro con un’inflazione annua del 4,4% (dati per gennaio 2024), poi la Croazia (4,1%), la Slovenia (3,4%), la Macedonia del Nord con un’inflazione annua del 3% e l’Albania con il 2,6%. La Bosnia-Erzegovina ha il tasso di inflazione più basso della regione, che a gennaio 2024 si è attestato all’1,96%.

L’inflazione in Serbia a febbraio è scesa dal 6,4% di gennaio al 5,6% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso, ha reso noto oggi l’Ufficio statistico della Repubblica.

I prezzi dei prodotti e dei servizi per il consumo personale a febbraio 2024 rispetto a gennaio 2024 sono aumentati in media dello 0,6%.

I prezzi al consumo a febbraio 2024 rispetto allo stesso mese dell’anno precedente sono aumentati del 5,6%, mentre rispetto a dicembre 2023 sono aumentati in media dello 0,9%.

Osservando i principali gruppi di prodotti e servizi classificati in base alla finalità di consumo, a febbraio 2024, rispetto al mese precedente, sono stati registrati aumenti dei prezzi nei gruppi bevande alcoliche e tabacco (2,0%), trasporti (1,9%), servizi di ristorazione e alberghieri (1,0%) e prodotti alimentari e bevande analcoliche e servizi sanitari (0,4% ciascuno).

(Biznis i Finansije, 15.03.2024)

https://bif.rs/2024/03/srbija-u-regionu-vodi-po-visini-stope-inflacije-od-64-odsto-u-februaru/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top