La Serbia ha le maggiori riserve auree della regione

Con 32 tonnellate d’oro, la Serbia è il Paese con le maggiori riserve auree della regione balcanica, secondo i dati della Banca Nazionale di Serbia (NBS) e del “World Gold Council”. A fine settembre il Paese aveva infatti 32,12 tonnellate d’oro, per un valore di 1,66 miliardi di euro, ovvero 1,95 miliardi di dollari.

Circa il 96% dell’oro viene conservato sotto forma di lingotti e l’altro 4% sotto forma di monete.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

Quando si tratta della conservazione dell’oro, i due terzi sono tenuti nel tesoro della Banca Centrale e un terzo nei conti della NBS in istituti esteri sicuri.

Le riserve auree, tra l’altro, costituiscono il 12,7% delle riserve di valuta estera della Serbia.

Secondo i dati del “World Gold Council” per il secondo trimestre di quest’anno le maggiori riserve auree nei Balcani, dopo la Serbia, appartengono alla Macedonia del Nord con 6,89 tonnellate.

La Slovenia ne ha invece 3,17 tonnellate, la Bosnia ed Erzegovina 2,98 tonnellate e il Montenegro 1.090 chilogrammi, ereditati dall’ex Repubblica Socialista jugoslava. La Croazia invece non ha riserve, perché ha praticamente venduto tutto il suo oro.

https://www.kurir.rs/vesti/biznis/3548627/srbija-ima-najvece-rezerve-zlata-na-balkanu-evo-ko-je-na-drugom-mestu-a-ko-na-poslednjem

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in lingotti, NBS, oro, riserve auree
Approvata una nuova moratoria in soccorso all’economia

Prestiti ancora più favorevoli per aiutare l’economia

Close