La Serbia ha attirato il 50% in più di IDE rispetto al totale degli investimenti nell’Europa sudorientale

La Serbia ha attirato 3,44 miliardi di dollari di investimenti diretti esteri (IDE) nel 2020, oltre il 50% in più rispetto al totale degli investimenti diretti esteri nell’Europa sudorientale nell’anno della pandemia da COVID-19 (6,11 miliardi di dollari); lo evidenzia il rapporto della Conferenza delle Nazioni Unite sul commercio e lo sviluppo (UNCTAD).

Secondo il documento “UNCTAD”, la Serbia è stata al 3° posto tra le economie in transizione in termini di afflussi di IDE lo scorso anno, davanti alla Russia con 9,7 miliardi di dollari e al Kazakistan con 3,9 miliardi di dollari.

Tra i Paesi della regione, gli investimenti diretti esteri in Croazia hanno raggiunto 1,3 miliardi di dollari lo scorso anno, 1,1 miliardi di dollari in Albania, 529 milioni di dollari ciascuno in Slovenia e Montenegro, 371 milioni di dollari in Bosnia ed Erzegovina e 274 milioni di dollari nella Macedonia del Nord.

Il totale degli investimenti esteri diretti nelle economie in transizione è stato di soli 24,16 miliardi di dollari.

http://www.rtv.rs/sr_lat/ekonomija/priliv-stranih-direktnih-investicija-u-srbiji-3-44-milijarde-dolara_1250832.html

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top