La Serbia esporta negli Stati Uniti senza dazi doganali

La Camera di Commercio di Serbia ha informato le imprese che esportano o che sono in procinto di esportare merci e servizi per il mercato statunitense che è stata confermata la validità del sistema di preferenze generalizzate per la Serbia. Si tratta di un sistema chiamato sistema SPG (Generalized System of Preferences), che entrerà in vigore il 22 aprile di quest’anno e sarà valido fino alla fine del 2020.

Questo sistema di preferenze è uno strumento di politica commerciale degli Stati Uniti, che consente ai paesi beneficiari di questo sistema, attraverso privilegi doganali, di incoraggiare la promozione delle esportazioni, dell’industrializzazione e dell’economia.

Per la Serbia questo significa che, oltre ai 122 paesi, la Serbia ora potrà esportare anche negli Stati Uniti senza dazi doganali o con un dazi doganali minimi.

Le esportazioni esenti da dazio riguardano oltre 4.900 prodotti, di cui il maggior numero è riguarda prodotti industriali e agricoli. Le merci dovranno inoltre soddisfare il criterio dell’origine ovvero  almeno il 35% del valore delle merci dovrà essere prodotto in Serbia e inoltre le merci dovranno essere  consegnate direttamente dalla Serbia.

Poiché il programma precedente della SPG è scaduto il 31 dicembre 2017, gli esportatori verso gli USA che hanno pagato i dazi doganali applicabili tra il 1 gennaio e il 22 aprile 2018, e i cui prodotti sono nella lista delle preferenze generalizzate, potranno recuperare la differenza di pagamento dei dazi doganali. “La cooperazione economica tra la Serbia e gli Stati Uniti si basa principalmente su investimenti di società statunitensi in Serbia, ma la pratica ha dimostrato che gli Stati Uniti hanno un interesse per aquisti più grandi e significativi di merci dalla Serbia, a condizione che gli esportatori serbi forniscano un alto numero stabile di prodotti, e che la consegna, la progettazione e lo standard vengano adattati alle esigenze del mercato statunitense “, ha detto in una nota la Camera di commercio della Serbia.

Si stima che le aziende dalla Serbia negli Stati Uniti potrebbero esportare più frutta e verdura, ma anche prodotti di pasticceria e prodotti dell’industria del legno, e che esiste un potenziale di cooperazione nei settori dell’ IT, della farmacia, dell’industria del legno, dell’ estrazione mineraria ed dell’energia.

(nhttp://novaekonomija.rs/vesti-iz-zemlje/preferencijalna-trgovina-srbija-mo%C5%BEe-u-sad-da-izvozi-bez-carine-ili-s-minimalnom-carinom )

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top
Altro... Camera di Commercio della Serbia
lavoro
Fiera del lavoro a Belgrado il 21 febbraio

Novamont interessata a collaborazioni in Serbia

Chiudi