La Serbia esporta in maggior quantità mele, i lamponi i più redditizzi

“L’anno scorso, la Serbia ha esportato frutta per un record di 824,1 milioni di euro, mele in maggior quantità mentre i lamponi hanno portato più soldi”, ha detto a “RTS” l’agroanalista Goran Djakovic.

Djakovic ha sottolineato che nel primo trimestre di quest’anno le esportazioni di frutta sono aumentate del 24% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. “L’anno scorso avevamo guadagnato esattamente 206 milioni di euro in questo momento, quest’anno 256 milioni di euro, quindi 50 milioni di euro in più rispetto al record dell’anno scorso”.

Lo stesso ha affermato che le mele sono per lo più esportate in termini di quantità, i lamponi invece portano la maggior parte dei soldi, 300 milioni di euro, mentre le more e le ciliegie seguono in termini di proventi dall’esportazione. “Tutto è come prima tranne per la Federazione Russa. La domanda è buona, la nostra gente va alle fiere e si creano nuovi posti di lavoro; nuovi mercati sono Egitto, India, Indonesia, soprattutto per le mele”, ha affermato Djakovic.

Djakovic spiega che a causa della guerra in Ucraina, una parte delle esportazioni di frutta va alla Bielorussia, l’altra all’Estonia e che sono stati trovati dei modi per trasportare merci in Russia, che è il Paese più importante quando si tratta di mele e fragole. Djakovic afferma che le fragole sono estremamente attraenti e difficili da produrre, perché è necessaria molta conoscenza, e sottolinea che il clima è molto favorevole per le fragole, che sono di migliore qualità rispetto a quelle greche. Secondo Djakovic, i tedeschi sono quelli a cui piace di più consumare le fragole serbe, poi ci sono anche Belgio e Francia.

Najviše se izvozi jabuka, a najveći novac donosi malina

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top