La Serbia è il Paese che investe di più nella difesa tra tutti i Paesi della regione

La Serbia è il primo Paese della regione in termini di spesa militare, che nel 2023 ammontava al 2% del suo prodotto interno lordo, seguita dalla Macedonia del Nord con l’1,7% e dall’Albania con l’1,6%, riporta il sito web European Western Balkans, citando i dati raccolti nel 2024 dal Balkan Defence Monitor.

In quanto membri della NATO, quest’anno l’Albania e la Macedonia del Nord probabilmente supereranno la Serbia nella spesa militare, mentre si prevede che la Serbia scenderà al terzo posto spendendo l’1,8% del suo PIL per la difesa.

La Croazia, altro membro della NATO, ha mantenuto la spesa per la difesa a circa l’1,5% del PIL negli ultimi tre anni, secondo la terza edizione del Balkans Defence Monitor.

Nel frattempo, il Montenegro e la Bosnia-Erzegovina sono rimasti indietro rispetto al resto dei Balcani, rispettivamente con solo l’1% e lo 0,7% della spesa prevista per la difesa nel 2023, secondo l’EWB.

La maggior parte dei Paesi della regione ha visto un aumento delle esercitazioni militari internazionali lo scorso anno. La Serbia, invece, ha mantenuto il divieto di esercitazioni militari dall’inizio della guerra in Ucraina, revocandolo solo una volta nel 2023 – per partecipare alla Platinum Wolf 2023, co-organizzata dagli Stati Uniti. La NATO e gli Stati Uniti rimangono i partner dominanti delle esercitazioni per tutti i Paesi dei Balcani occidentali.

Nel 2023, la Macedonia del Nord ha partecipato a 31 esercitazioni, rispetto alle 20 del 2022. Nel caso della Croazia, il numero di esercitazioni è aumentato bruscamente da 14 nel 2022 a ben 66 nel 2023.

(Vreme, 26.03.2024)

https://vreme.com/vesti/medju-zemljama-u-regionu-srbija-najvise-ulaze-u-odbranu/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top