La Serbia abolirà la moratoria sulla costruzione di centrali nucleari

Il presidente serbo Aleksandar Vucic ha dichiarato che la moratoria sulla costruzione di centrali nucleari sarà revocata.

Il Presidente ha dichiarato a Prva TV che, nel 2050, i consumatori serbi utilizzeranno una quantità di elettricità quattro volte superiore a quella attuale.

“Sarebbe il massimo costruire una centrale nucleare classica, ma non abbiamo 20 miliardi di euro per farlo. Gli ungheresi stanno costruendo con Rosatom una centrale nucleare del valore di 12 miliardi. Ci vogliono dieci anni per costruire una centrale nucleare”, ha detto Vucic.

“Stiamo solo riuscendo a garantire una fornitura regolare di energia elettrica, perché il fabbisogno dei consumatori è in crescita per quanto riguarda l’elettricità, il gas e il petrolio”, ha osservato Vucic.

Ha aggiunto che è necessario costruire altri depositi di gas e che inviterà i russi a non procrastinare la loro decisione di permettere la costruzione di altri depositi di gas a Cestereg o Itebej, da cui la Serbia già prende il gas naturale.

Ha poi aggiunto che la costruzione di un oleodotto in direzione dell’Ungheria dovrà essere terminata nel 2024. Inoltre, Vucic ha detto che l’azienda americana UGTR installerà pannelli solari con una capacità di 1.000 megawatt in sei località della Serbia, ma che saranno in grado di generare energia solo se la temperatura dell’aria supera i 35 gradi Celsius, quindi non in inverno.

Parlando dell’economia del Paese, il presidente serbo ha detto che fino al 20 marzo la Serbia ha ricevuto 1,17 miliardi di euro di investimenti diretti esteri, “un record assoluto per il nostro Paese”.

(eKapija, 25.03.2024)

https://www.ekapija.com/news/4626838/srbija-ce-ukinuti-moratorijum-na-gradnju-nuklearnih-elektrana

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top