La Russia elogia la Serbia per aver rifiutato di imporre sanzioni

Il Ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov ha elogiato la Serbia per essersi rifiutata di imporre sanzioni a Mosca per l’aggressione in Ucraina, affermando che l’alleato balcanico ha fatto una “scelta intelligente”, secondo l’Associated Press.

“Rispettiamo profondamente il popolo serbo, la cultura serba, la storia serba e l’impegno nei confronti degli amici tradizionali”, ha detto Lavrov a un gruppo di giornalisti in videoconferenza e “siamo fiduciosi che continueranno a prendere decisioni intelligenti in questa situazione”.

Sebbene la Serbia abbia votato a favore della risoluzione delle Nazioni Unite che condanna l’invasione russa, Belgrado ha rifiutato di unirsi agli Stati Uniti e all’Unione Europea nell’imporre sanzioni più ampie a Mosca. Lavrov ha affermato che le sanzioni sono “un tentativo degli Stati Uniti di imporre la propria egemonia” nei Balcani, aggiungendo che l’Occidente sta “cercando di isolare la Russia” in una regione che ha subito una guerra devastante negli anni ’90.

La Russia ha invaso l’Ucraina il 24 febbraio, il che ha portato all’introduzione di una serie di sanzioni. Due giorni dopo l’inizio dell’invasione, l’Unione Europea ha escluso alcune banche russe dal sistema SWIFT, approvando un pacchetto di aiuti militari finora senza precedenti. Inoltre ha vietato agli aerei russi di entrare nello spazio aereo dell’Unione, così come ai media russi Sputnik e Russia Today. Numerosi altri Paesi, compresi gli Stati Uniti, hanno imposto sanzioni. Secondo l’UNHCR, circa 4,5 milioni di persone sono fuggite dall’Ucraina dall’inizio dell’invasione.

https://www.slobodnaevropa.org/a/rusija-srbija-sankcije-/31774704.html

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top