La rete 5G dal 2021 in Serbia

L’asta per le bande di frequenza della rete “5G” in Serbia sarà rinviata a causa dell’epidemia e probabilmente si terrà nel primo trimestre del 2021, fa sapere il Ministero del Commercio, del Turismo e delle Telecomunicazioni. La vice Ministro Irina Reljin ha dichiarato a “Tanjug” che gli operatori di telefonia mobile si stanno già rivolgendo al Ministero per acquistare lo spettro di frequenza per i nuovi servizi.

La stessa ha affermato che il 98% della popolazione in Serbia è coperta dalla rete 4G, che la maggior parte dei servizi può essere coperta da tale tecnologia, ma con il nuovo servizio la rete verrà espansa e verrà introdotta una nuova tecnologia.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

La Reljin afferma infatti che il 4G appartiene a tecnologie relativamente vecchie e che si prevede che verrà annunciata un’asta per il 5G, inizialmente prevista per la fine di quest’anno e rinviata a causa del virus.

“Per mantenere la qualità del servizio mobile gli operatori hanno bisogno di più spettro, quindi è logico introdurre nuove tecnologie”, ha continuato la Reljin.

Esiste un’incredibile corsa all’introduzione della rete 5G in tutto il mondo, e da qualche parte è già sviluppata da molto tempo, come in Corea del Sud, mentre i Paesi Bassi, la Svizzera, Francia, Stati Uniti e Slovenia stanno espandendo la rete.

“Il Giappone ha elaborato una strategia per l’introduzione del 6G. Entro la fine del 2030, quel Paese avrà il 6G su tutto il territorio”, ha concluso la Reljin.

https://rs.sputniknews.com/vesti/202007271123089984-5g-mreza-od-2021-u-srbiji/

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in 6G, Corea del Sud, rete 5G
Commercio e turismo: si intensificano rapporti di Belgrado con Iran e Corea

Sertic: “Nel 2016 mi aspetto due miliardi di investimenti”

Close