La raccolta di Nikola Tesla sarà esposta alla Notte dei Musei il 19 maggio

Il 10 luglio 1931, Nikola Tesla celebrò il suo 75° compleanno. In questa occasione, i suoi conoscenti, ammiratori e un giornalista del New York Sun, Kenneth Sweezy, decisero di fare un regalo speciale per lui.

Sweezy invitò 75 dei contemporanei di Tesla noti scienziati, artisti, giornalisti, politici, industriali, inventori, amici, e studenti a scrivergli un biglietto di auguri che ha inserito in un diario. Questo diario potrà essere visto oggi al Museo di Nikola Tesla a Belgrado e sarà esposto alla Notte dei Musei il 19 maggio, dalle ore17:00 alle 1: 00 di notte.

“Presenteremo la raccolta su cinque pannelli che mostreranno anche i biglietti d’auguri di Uros Predic, Milutin Milankovic e Albert Einstein”, dice Milica Kesler, archivista del Museo di Nikola Tesla e dell’autrice della mostra. La raccolta conteneva solo 73 biglietti di compleanno, invece dei previsti 75, perché lo scienziato serbo Mihajlo Pupin e il maître del ristorante Delmonico, Oscar, si rifiutarono di scriverne uno.

“Oscar era il capo del ristorante Delmonico al Waldorf Astoria di New York. Ha detto che non voleva parlare dei suoi ospiti viventi per principio. Tuttavia, Sweezy dice che Tesla è sempre stato educato e un gentiluomo sotto ogni aspetto, che conosceva e apprezzava il buon cibo. “D’altra parte, Pupin ha apertamente detto che era in conflitto con Tesla da oltre 30 anni e che considerava improprio congratularsi con lui per il suo compleanno “, rivela Milica Kesler.

“Tesla e Pupin erano in disaccordo su varie questioni e hanno avuto un approccio diverso al lavoro scientifico e alla vita in generale. Penso che questo riassuma perfettamente i rapporti all’interno dei circoli emigrati jugoslavi in ​​America. Ma questa è tutt’unaltra storia! Probabilmente erano entrambi alquanto vanitosi, il che è naturale. Anche le loro vite erano molto diverse: Pupin era un professore universitario e aveva una carriera accademica, mentre Tesla non si preoccupava eccessivamente di una sorta di pratica consolidata di cattedra o di lavoro scientifico. Era impegnato nella ricerca ed era un inventore piuttosto che uno scienziato.”, aggiunge la Kesler.

Nel 2016, il museo ha pubblicato il libro “Congratulazioni a Nikola Tesla per il suo 75° compleanno”, dove tutti i biglietti d’auguri furono tradotti in serbo, insieme alle biografie dei mittenti, così come le altre otto carte di compleanno che arrivarono tardi e non furono incluse nell’album.

Oltre a Predic, Milankovic ed Einstein, tra le persone che hanno firmato il biglietto d’augurio per Tesla ci sono quattro vincitori del premio Nobel (i fisici inglesi Sir William Henry Bragg e Sir Edward Victor Appleton e i fisici americani Robert Millikan e Arthur Holly Compton), e diversi professori, ingeneri, politici, artisti e soldati di tutto il mondo.

(https://www.blic.rs/kultura/vesti/teslin-spomenar-kako-su-geniju-iz-smiljana-prijatelji-cestitali-75-rodendan-i-ko-je/3kb6ngw)

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top