La produzione in Fiat è stata nuovamente interrotta

Le linee di produzione e assemblaggio della “Fiat Chrysler” di Kragujevac sono state fermate di nuovo, e per molto tempo. Potrebbero essere avviate di nuovo a fine agosto o all’inizio di settembre.

I lavoratori della fabbrica di Kragujevac, che a causa dell’epidemia non avevano lavorato dal 16 marzo al 7 luglio, saranno ufficialmente di nuovo in congedo retribuito da oggi lunedì 20 luglio fino alla fine del mese, al 65% dello stipendio normale.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

Dall’inizio del mese prossimo ci saranno le 3 settimane collettive di ferie annuali, e dal 21 al 28 agosto un nuovo congedo retribuito.

Il sindacato indipendente della fabbrica afferma che i dipendenti saranno in congedo retribuito a causa dell'”armonizzazione della produzione con le richieste del mercato”, vale a dire a causa della scarsa domanda per il modello “500L” nei mercati italiano, spagnolo e francese, dove invece si vendeva bene prima della pandemia.

Dall’inizio dell’anno fino ad oggi, nella “Fiat Chrysler” di Kragujevac, sono state prodotte tra le 15.000 e le 20.000 auto finite di tutte e tre le versioni del modello “500L”.

Con questo si è già raggiunto il livello del piano previsto per quest’anno, che, secondo informazioni non ufficiali è della metà inferiore a quello del 2019, quando circa 40.000 veicoli avevano lasciato la fabbrica di Kragujevac.

Se la quota di veicoli fosse già stata raggiunta, allora tutti si chiedono se le catene di montaggio saranno più avviate entro la fine dell’anno.

https://www.danas.rs/ekonomija/proizvodnja-u-fijatu-ponovo-prekinuta-pauza-traje-do-kraja-avgusta/

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
More in congedo retribuito, Fiat, pandemia
disoccupati
A giugno 39.000 nuovi disoccupati; il 40% in più rispetto a maggio

Secondo gli economisti non ci sono soldi nelle casse statali per salari più alti

Close