La parlamentare Fajon: “Serbia in uno stato di crisi politica, il governo non attua i moniti elettorali”

La Serbia si trova in una situazione delicata prima delle elezioni parlamentari ed è in uno stato di crisi politica; lo ha detto Tanja Fajon, capo delegazione al Comitato parlamentare per la stabilizzazione e l’associazione UE-Serbia.

La Fajon ha sottolineato che esiste un alto livello di violazione della democrazia e delle libertà dei media, perché i programmi di frequenza nazionale non rappresentano tutti i partiti politici allo stesso modo, il che è inaccettabile, ha riferito Radio Slobodna Evropa.

Scopri i principali investimenti esteri in Serbia nel 2018: clicca qui!

A una tavola rotonda a Bruxelles sulle condizioni elettorali in Serbia, a cui hanno partecipato i rappresentanti del partito dell’opposizione Alleanza per la Serbia, la parlamentare ha raccomandato un dialogo tra i partiti al potere e all’opposizione, organizzato due volte sotto gli auspici del Parlamento europeo a Belgrado.

Sottolineando che dovrebbero essere stabilite condizioni eque per le elezioni parlamentari del prossimo anno, la Fajon ha ricordato che l’ultima e terza fase del dialogo è a Belgrado, aggiungendo che la situazione è tutt’altro che ideale:

“I partiti al potere non attuano ancora le raccomandazioni necessarie per avere elezioni libere ed eque. Vediamo alcuni progressi rispetto all’ultimo round di colloqui, ma vorrei sottolineare che dobbiamo vedere progressi nella vita reale, e per ora non li vediamo”.

Ai leader dell’opposizione Dragan Djilas, Nebojsa Zelenovic e Dejan Nikolic, che hanno partecipato alla tavola rotonda a Bruxelles sulle imminenti elezioni parlamentari in Serbia, la Fajon ha detto di ripensare la decisione di boicottare il dialogo con i partiti e le elezioni.

“Il boicottaggio può essere uno strumento, ma bisognerebbe andare in parlamento perché quello è il luogo del cambiamento e del dialogo. È sempre meglio avere critiche e dialoghi costruttivi, i quali sarebbero molto più efficaci che un boicottaggio”, ha concluso.

http://rs.n1info.com/Vesti/a551556/Fajon-Srbija-u-stanju-politicke-krize-vlast-ne-primenjuje-preporuke-o-izborima.html

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Altro... Alleanza per la Serbia, Bruxelles, elezioni parlamentari
Anche una conduttrice televisiva nell’Organismo di vigilanza per le elezioni

dragan Djilas
Jeremic: “L’affluenza alle urne sarà maggiore rispetto alle precedenti elezioni, ma il successo del boicottaggio non sarà misurato da questo…”

Chiudi