La nuova rotta dei migranti passa attraverso il Kosovo

Da tempo esistono informazioni sulla rotta dei migranti che attraversa il Kosovo e Metohija verso la Serbia centrale. Fino a poco tempo, era poco usata, perché era principalmente usata la via dalla Macedonia del Nord fino alla Serbia. Ora è drasticamente più intensa e un numero significativo di migranti utilizza questa rotta.

“Si tratta di uno dei cinque rami che vanno dalla Turchia alla Grecia. Quattro rotte terrestri e una marittima che terminano a Durazzo. Da lì, attraversano il territorio del Kosovo passando per l’Albania. A Pristina ricevono dalla polizia i visti giornalieri per il movimento e il soggiorno. Questo è successo anche l’anno scorso durante il coprifuoco. Accade costantemente che si incrocino piccoli gruppi organizzati di 10, 15 persone”, afferma Veroljub Petronić dell’ONG “Human Center Mitrovica”.

Questi gruppi di migranti sono per lo più giovani tra i 20 e i 25 anni che vengono dalla Siria, dall’Afghanistan, dal Pakistan, dall’Algeria, dal Marocco…Si muovono in gruppi che hanno i loro leader. E lo fanno con molta attenzione, aggirando l’esercito o la polizia. Di solito viaggiano al mattino o alla sera.

“Noi veniamo dalla Siria. Stiamo andando verso l’Olanda. Non so in quale Paese finiremo. Spero nell’Europa occidentale”, ha detto un giovane siriano. Un gruppo di migranti ha detto che ha iniziato il viaggio dalla Turchia e che ci sono anche trasporti organizzati dall’Albania al Kosovo, per un prezzo che va dai 150 ai 200 euro a persona. Alcuni migranti hanno detto che per arrivare in Serbia ci vogliono anche due mesi.

N1 reporteri na novoj migrantskoj ruti – od Drača, preko Kosova do Raške i dalje

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top