La metà dei serbi sostiene l’adesione all’UE mentre il 37% è contro

Secondo un sondaggio del CeSID (Centro per le libere elezioni e la democrazia), la metà dei cittadini della Serbia ritiene che il paese debba aderire all’UE, mentre il 37 % la pensa diversamente.

Il 73% della cittadinanza è contro l’adesione alla NATO. Il direttore di programma del CeSID, Djordje Vukovic, ha detto in una conferenza stampa che, rispetto ai sondaggi precedenti, il numero di coloro che si oppongono ad aderire all’UE è aumentato, affermando inoltre che nel 2011, l’adesione all’Unione europea era sostenuta dal 62% dei cittadini, mentre nel 2013 veniva sostenuta dal 66% del totale. Quando si tratta della NATO, l’indagine di giugno ha mostrato che cade il sostegno anche in merito all’adesione alla NATO, mentre Vukovic afferma che vi si oppone il 73% dei cittadini, aggiungendo che solo il 12% ritiene che la Serbia dovrebbe essere un membro di questa alleanza militare.

Nel 2012 il 65% dei serbi si opponeva all’adesione alla NATO, mentre il 25% la sosteneva. La ricerca del CeSID, realizzata grazie all’aiuto dell’USAID (The United States Agency for International Development) e condotta su un campione rappresentativo di 1.000 intervistati adulti, ha mostrato, secondo Vukovic, un declino della fiducia nelle istituzioni statali. Secondo il sondaggio, il 31% dei cittadini intervistati si fida del Governo, 27% del presidente della Repubblica , il 20% del Parlamento, mentre il 7% degli intervistati ha fiducia nei  partiti politici. Vukovic ha detto che l’indagine di marzo ha mostrato che il 58 % dei cittadini si fida dell’Esercito della Serbia e a giugno il 50%.

Il direttore esecutivo del CeSID, Bojan Kacar, ha detto che il 40% degli intervistati sarebbe disposto a impegnarsi personalmente a risolvere i problemi, mentre il 26%  ritiene che assolutamente non potrebbero contribuire alla risoluzione dei problemi. Lui ha detto inoltre che l’attivismo elettorale rimane alto, notando che il 56% degli intervistati ha dichiarato che ha votato regolarmente alle elezioni , mentre il 26 % ha detto che ha partecipato alla maggior parte delle elezioni.

(Tanjug/Dnevnik, 01.07.2015)

 

Share this post

scroll to top
More in adesione UE, NATO, politica estera
Più di 1.300 studenti hanno firmato una petizione contro la presenza dei vertici dello Stato a Srebrenica

Djuric: “A Bruxelles provocazioni e parole pesanti”

Close