La Merkel pensa che il processo di Berlino sia insostituibile

La Cancelliera tedesca Angela Merkel ha dichiarato ieri a Tirana, insieme ai leader dei Paesi dei Balcani occidentali, che il Processo di Berlino è insostituibile, mentre il Primo Ministro albanese, Edi Rama, ha sottolineato che l’iniziativa “The Open Balcan” è proprio il risultato del Processo di Berlino.

“Il processo di Berlino è il fulcro di tutto e in questo non può essere sostituito. All’interno di questo processo, le cose possono accelerare. I Paesi dei Balcani hanno imparato a cooperare, e non solo a convivere”, ha detto la Cancelliera uscente. Ha affermato che i Balcani “hanno molti amici in Europa” e ha sottolineato che gli Stati membri dell’UE devono dire quali sono i criteri per aderire all’UE e, quando le condizioni saranno soddisfatte, Bruxelles deve mantenere la parola data.

Rama ha ribadito che l’iniziativa “The Open Balcan” non è in conflitto con il Processo di Berlino e ha sottolineato che si tratta di uno “strumento nella regione” per l’attuazione del Processo balcanico, riferisce “Tanjug”. Lo stesso ha criticato le autorità di Pristina per non aver sostenuto il progetto e di aver ceduto alle teorie della cospirazione. Rama ha detto che la Cancelliera sostiene giustamente che i 6 Paesi dovrebbero firmare un accordo su un mercato regionale comune.

“Un ostacolo per un movimento più veloce è il fatto che la Serbia non ha accettato la libera circolazione delle persone perché pensa che se introducessimo la libertà di movimento, sarebbe garantita la libera circolazione tra il Kosovo e l’Albania. Oggi è incredibile che il Kosovo non usi questa opportunità per se stesso, ma ne tragga delle teorie cospirative”, ha concluso Rama.

https://www.politika.rs/sr/clanak/487749/Merkelova-Berlinski-proces-nezamenljiv

Photo credits: “Бета/Влада Северне Македоније”

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top