La guerra in Ucraina che riflessi avrà sul mercato serbo?

Mentre la guerra in Ucraina infuria e nessuno sa quanto durerà e quali conseguenze economiche produrrà a livello globale, né gli uomini d’affari serbi che esportano in questi mercati né gli importatori hanno idea di come si svilupperà la situazione e se c’è da aspettarsi un supporto da parte dello Stato.

La Camera di commercio serba (PKS) ha annunciato che istituirà un quartier generale di crisi e un call center per aiutare gli uomini d’affari serbi a fare affari in Russia e Ucraina, e secondo Mihailo Vesović, direttore del Settore per l’analisi strategica e l’internazionalizzazione della Camera, entro la fine della giornata dovrebbe essere istituito un canale informativo rivolto al business in questi Paesi.

“L’obiettivo del call center è intanto dare tutte le informazioni ufficiali che abbiamo da fonti nazionali e internazionali, dall’Organizzazione mondiale del commercio alle camere europee; sicuramente la “PKS” uscirà poi con un’analisi dell’effetto sull’economia in caso di imposizione o non imposizione di sanzioni alla Russia da parte della Serbia”.

Lo stesso ha stimato che, a causa della situazione in Ucraina, tutti i settori di esportazione in Serbia saranno colpiti. “Il valore delle esportazioni serbe verso la Federazione Russa lo scorso anno è stato di quasi un miliardo di dollari. Il 10% delle nostre esportazioni riguardano le mele e vi partecipano molte grandi e piccole aziende nazionali. Allo stesso tempo, dei 10 maggiori esportatori verso il mercato russo, 9 provengono dall’UE”, ha ricordato Vesović.

Ha aggiunto che l’esportazione dell’anno scorso in Ucraina ha raggiunto i 200 milioni di dollari e che la Serbia esporta fertilizzanti minerali e chimici, rivestimenti per pavimenti, gomma, carta e cartone, acido acetico. “Non credo che ci saranno problemi, a meno che l’economia ucraina non si fermi”, aggiungendo che nella struttura delle importazioni dall’Ucraina, l’importazione di minerale di acciaio, minerale di ferro e concentrato è molto importante per la Serbia.

https://www.ekapija.com/news/3600136/rat-u-ukrajini-oborice-profit-srpskih-izvoznika-i-otezati-put-nasoj-robi

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top