La Governatrice della NBS: Gli investimenti diretti esteri hanno superato 1,2 miliardi di EUR dall’inizio del 2019

Gli investimenti diretti esteri in Serbia hanno ammontato a 1,2 miliardi di euro nei primi quattro mesi del 2019, e rispetto allo stesso periodo del 2018 sono aumetati del 14% – ha detto la Governatrice della Banca nazionale di Serbia (NBS), Jorgovanka Tabakovic.

“L’economia della Serbia è diventata più attraente per gli investitori, principalmente grazie al miglioramento del clima commerciale e alle condizioni finanziarie favorevoli, ed è stata accelerata anche l’implementazione di progetti infrastrutturali”, ha dichiarato la Tabakovic ad una conferenza stampa alla NBS.

Ha proseguito dicendo che l’afflusso di capitali nel conto finanziario, in gran parte a causa degli investimenti diretti esteri, pari a 1,2 miliardi di EUR dall’inizio dell’anno, ha coperto il disavanzo delle partite correnti e aumentato le riserve valutarie.

Scopri i principali investimenti esteri in Serbia nel 2018: clicca qui!

“Poiché la maggior parte dell’afflusso di investimenti diretti esteri è finita nei settori scambiabili, prevediamo un ulteriore aumento delle esportazioni e un graduale restringimento degli squilibri esterni a medio termine. Con il debito estero su una traiettoria discendente, questo rafforza ulteriormente la posizione esterna del paese”, ha aggiunto la Tabakovic.

La Governatrice della NBS ha detto che ciò si riflette positivamente sul rating del credito e sul premio per il rischio di paese e ricorda che, alla fine del 2018, Standard & Poor’s ha migliorato la sua prospettiva da stabile a positiva, mentre Fitch ha confermato una prospettiva stabile all’inizio di maggio, citando la continuità della politica economica volta a rafforzare ulteriormente gli indicatori macroeconomici e la riduzione del debito pubblico.

“Il premio di rischio più basso, misurato dall’EMBI, che ha quasi raggiunto il suo minimo storico all’inizio di maggio, parla anche a favore del fatto menzionato in precedenza, e ciò è anche sostenuto in pratica dagli investimenti di investitori stranieri in titoli, come testimoniato dalla riuscita implementazione di questo mese di aste di titoli dinari di sette anni. Riteniamo che i buoni risultati del nostro programma economico vengano confermati anche dai risultati dell’attuale missione dell’FMI”, ha sottolineato Tabakovic.

Secondo la Governatrice, la politica economica della Serbia ha reso l’economia più vitale e capace di affrontare le sfide del mercato, sia quelle che il paese ha dovuto affrontare in passato che quelle del futuro.

“La Serbia è ora un paese in cui fare affari e trovare lavoro è più facile, lo standard di vita è in aumento su basi sostenibili. Naturalmente, ulteriori miglioramenti sono ancora possibili, in primo luogo attraverso riforme strutturali che sosterranno un ulteriore aumento degli investimenti, della competitività, della redditività e dell’occupazione”, ha aggiunto la Governatrice della NBS.

“È particolarmente incoraggiante vedere una migliore struttura delle esportazioni che dimostra che, 12 anni fa, la quota della produzione agricola serba nel mercato mondiale era dello 0,16%, e ora la quota è dello 0,27%”, ha concluso.

http://www.rts.rs/page/stories/sr/story/13/ekonomija/3521968/tabakovic-od-pocetka-godine-strane-investicije-premasile-milijardu-evra-.html

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top