La Germania toglie la Serbia dalla lista dei Paesi ad alto rischio di infezione

Da ieri, 27 febbraio, la Serbia non rientra più nella categoria dei Paesi ad alto rischio di infezione da coronavirus, secondo quanto previsto dalla direttiva sull’ingresso in Germania. La decisione sul permesso di ingresso nel Paese viene presa dagli ufficiali al controllo di frontiera sulla base delle norme vigenti e dei loro poteri discrezionali.

Informazioni più dettagliate giuridicamente vincolanti sono disponibili in inglese e tedesco sui siti web del Ministero dell’Interno tedesco e del Ministero della Salute tedesco. L’ingresso dalla Serbia alla Germania con o senza visto è possibile solo con vaccinazione completa o con una combinazione dei vaccini “Pfizer, Moderna, AstraZeneca, Johnson e Johnson o Novavax”. Sul sito web “Paul Ehrlich” si possono trovare anche le eccezioni applicate alle persone che sono state contagiate e sono guarite.

Non è possibile entrare con vaccini il cui uso non è autorizzato nell’UE (ad es. Sinofarm o Sputnik) ed è necessario che siano trascorsi almeno 14 giorni dall’ultima dose di vaccino richiesta. Il certificato di vaccinazione deve essere presentato in inglese, tedesco, francese, italiano o spagnolo in forma cartacea o digitale e deve contenere il cognome e il nome, nonché la data di nascita della persona vaccinata, la data di vaccinazione, il numero di vaccini ricevuti, il nome del vaccino, il nome della malattia a causa di cui è stato ricevuto il vaccino e il nome e l’indirizzo dell’istituto/persona che ha fatto la vaccinazione.

Le persone che viaggiano in aereo verso la Germania sono tenute a presentare il certificato di vaccinazione al vettore prima della partenza. I bambini di età inferiore ai 12 anni possono entrare in Germania, anche se non sono stati ancora vaccinati, accompagnati da almeno un genitore completamente vaccinato assieme a un test negativo antigenico o PCR. I bambini di età inferiore ai 6 anni non hanno invece bisogno di un certificato di vaccinazione o di un test.

Nemačka skinula Srbiju sa liste visokog rizika: Šta to znači za naše državljane

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top