Lo Stato serbo chiederà alla Geox di restituire almeno 414 milioni di dinari?

La società “Technic Development” di Vranje, che faceva parte del gruppo “Geox”, avrebbe ricevuto agli aiuti di Stato per il 68,95% degli investimenti totali, cosa contraria alla normativa in vigore all’epoca. Lo Stato poteva coprire al massimo la metà dei costi sostenuti dall’investitore, il che significa che la “Technic Development” avrebbe ricevuto quasi il 20% in più.

Pertanto, la Commissione per gli aiuti di Stato ha ordinato al Ministero dell’Economia di adottare senza indugio provvedimenti nei confronti della “Technic Development” affinché l’azienda restituisca le sovvenzioni “in più”, ovvero 414 milioni di dinari più gli interessi di mora, a partire dalla fine del 2016 (quando il progetto di investimento ha avuto inizio).

Secondo il contratto che la società ha firmato con lo Stato nel 2012, entro la fine del 2016 l’investimento sarebbe dovuto costare 2,2 miliardi di dinari. In quel periodo, l’azienda ha ricevuto 1,5 miliardi di dinari in sussidi.

Nell’ottobre 2012 il Ministero delle Finanze e dell’Economia aveva deciso di stanziare 11,25 milioni di euro (quasi 1,3 miliardi di dinari) come aiuti di Stato per il calzaturificio. Secondo la normativa dell’epoca, questo sussidio era concesso sulla base di un obbligo di lavoro, ovvero che la “Technic Development” (Geox) assumesse almeno 1.250 lavoratori, per i quali riceveva dallo Stato 9.000 euro per ogni posto di lavoro, un totale di 11,25 milioni di euro.

Inoltre, nel febbraio 2013, avrebbe fornito altri 100 milioni di dinari per finanziare il livellamento del terreno per la costruzione della fabbrica. La città di Vranje avrebbe dato alla società “Technic Development” un terreno del valore di 61 milioni di dinari e la società sarebbe stata esentata dal pagamento dell’affitto per la sistemazione del terreno edificabile (per un importo di 11,9 milioni di dinari) e della tassa comunale locale commerciale (403.698 dinari).

La città di Vranje avrebbe anche finanziato la preparazione del terreno con infrastrutture comunali per un importo di 38,7 milioni di dinari. Ciò includerebbe la costruzione di strade, fognature, rete di approvvigionamento idrico e simili. Vranje ha anche dato più di 1,3 milioni di dinari per la costruzione della linea via cavo, che è costata un totale di 17,5 milioni di dinari.

https://novaekonomija.rs/vesti-iz-zemlje/dr%C5%BEava-geoksu-platila-70-odsto-investicije-sada-tra%C5%BEi-novac-nazad

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top