La gente in Serbia sta sopravvivendo a malapena – Quanto denaro è sufficiente per una vita dignitosa?

Quanto denaro è necessario per una vita dignitosa in Serbia? Abbiamo posto questa domanda nel nostro newsletter della scorsa settimana e abbiamo ricevuto le seguenti risposte: l’85% dei lettori crede che sia necessario uno stipendio di almeno 1200 euro, il 14% pensa che si possa cavarsela con uno stipendio medio di 800 euro e l’1% crede che 600 euro, che è l’attuale stipendio mediano in Serbia, siano sufficienti. Nessuno pensa che una vita dignitosa sia possibile con il salario minimo.

Il salario minimo in Serbia è di circa 47.000 dinari. In confronto, il costo di un paniere minimo di beni di consumo è di circa 53.000 dinari, secondo gli ultimi dati di marzo. Pertanto, le statistiche mostrano che il salario minimo in Serbia non copre i costi delle spese mensili di base.

Per quanto riguarda il paniere medio di beni di consumo, esso ammonta a circa 102.000 dinari. I dati indicano che circa il 40% di questo denaro viene speso solo per il cibo.

Tuttavia, Ranka Savić, presidente dell’Associazione dei Sindacati Liberi e Indipendenti, dice che il solo atto di separare il paniere medio da quello minimo non è una pratica comune in altri paesi.

“Nessun paese europeo riconosce un paniere minimo di beni di consumo e un paniere medio. Questa è una cosa che il nostro governo ha introdotto perché gli conviene. Poi possono affermare che non c’è mai stato un aumento maggiore del salario minimo nella storia, mentre in realtà è inferiore a quello dell’anno precedente,” spiega Savić.

Qual è la funzione del salario minimo?

Quando le è stato chiesto qual è lo scopo del salario minimo se non può fornire al lavoratore una vita normale, Savić ha risposto – nessuno.

“Il salario minimo in tutta Europa è progettato per soddisfare realmente le esigenze minime di vita. Non è raro che il salario minimo in Europa venga adeguato durante l’anno a causa di crisi, disordini e inflazione, cosa che qui è diventata assolutamente impossibile,” sottolinea, aggiungendo che c’è un altro problema con il salario minimo in Serbia, che è la mancanza di rispetto della legge.

“La legge sul lavoro afferma chiaramente che un datore di lavoro può pagare il salario minimo per un massimo di due anni e, eccezionalmente, per un anno aggiuntivo con il consenso di un sindacato rappresentativo. Qualcuno rispetta questa legge in questo paese? Qui tengono le persone con il salario minimo per anni. Quando chiamiamo l’ispezione, dicono che non possono fare nulla. Non c’è legge. Se ci fosse, non parleremmo tanto del salario minimo e non sarebbe importante. Non ci sarebbero 350.000 persone con il salario minimo se la legge fosse rispettata,” aggiunge Savić.

Molti sopravvivono grazie ai lavori stagionali

Savić aggiunge anche che all’interno del sindacato hanno condotto una ricerca su quanto denaro sia necessario mensilmente per sopravvivere.

“A Belgrado e Novi Sad, la risposta era di circa 140.000 dinari, e nel resto della Serbia, principalmente nel sud, la risposta maggioritaria era di circa 100.000 dinari. Questo mi ha sorpreso,” aggiunge.

È risaputo che il tenore di vita nel sud della Serbia è il più basso del paese, che gli stipendi medi non corrispondono a quelli del resto della Serbia e che i diritti dei lavoratori sono spesso violati. L’ultimo caso riguarda i lavoratori della fabbrica Yura a Leskovac, che hanno scioperato per tre settimane a causa dei bassi salari e delle pessime condizioni di lavoro. Hanno citato i bagni insalubri come motivo dello sciopero.

Non è raro che le persone in Serbia prendano lavori aggiuntivi per sbarcare il lunario. Questa pratica è particolarmente diffusa nel sud della Serbia, dice Savić.

“Abbiamo chiesto alle persone nel sud della Serbia se lavorano in lavori stagionali. Lo fanno, in gran numero. Molte persone vanno in Bulgaria e Grecia durante l’estate e sopravvivono grazie a quello. Con ciò che guadagnano qui, non potrebbero arrivare a fine mese,” aggiunge Savić.

Quanto denaro è necessario mensilmente

Oltre al sondaggio condotto nel newsletter, abbiamo anche chiesto alle persone quanto denaro avessero bisogno mensilmente per sopravvivere. Le risposte sono per lo più simili – e raramente menzionano cifre inferiori ai 1000 euro.

“Il mio affitto è aumentato significativamente negli ultimi due anni, quindi ora pago circa 400 euro per un appartamento con una camera da letto, incluse le bollette. Mangio principalmente alla mensa, il che aiuta con i costi del cibo, poiché altrimenti sarebbe la mia spesa più grande. Ma poiché vivo da sola, se voglio cucinare qualcosa, generalmente ho bisogno di almeno 1000 dinari per un pasto. Solo per comprare latte e uova mi servono 400 dinari, e questi sono beni di prima necessità,” dice Sara, studentessa di 22 anni, che vive a Belgrado da tre anni.

Petar, studente all’ultimo anno della Facoltà di Ingegneria Meccanica, dice che sopravvive con 700 euro al mese, ma solo perché riceve ancora il supporto dei suoi genitori.

“Ho un accordo con i miei genitori; pagano le bollette e il telefono, che ammontano a circa 100 euro al mese, mentre io pago l’affitto poiché ho trovato lavoro al terzo anno di studi. A volte mi mandano soldi, ma generalmente cerco di essere il più indipendente possibile. È difficile perché vivere a Belgrado è piuttosto costoso. Vengo originariamente da Užice, dove la vita è molto più economica, ma anche gli stipendi sono più bassi. Tuttavia, di recente, sento che i prezzi stanno aumentando ovunque, quindi non c’è molta differenza drastica ormai,” spiega Petar.

Gli studenti sono generalmente d’accordo su una cosa – se non vivono in un dormitorio, le spese più significative sono l’affitto e il cibo.

Spese enormi per le famiglie

I rispondenti più anziani hanno riportato cifre simili. Gordana, cinquantenne, dice che uno stipendio di 150.000 dinari è sufficiente per una vita normale, a condizione che la persona non abbia prestiti da pagare e viva in un appartamento o casa di proprietà. Se ci sono tali oneri finanziari, l’importo aumenta. Aggiunge che le spese impreviste sono anche un costo significativo.

“Compleanni, matrimoni e funerali sono un grande colpo per il bilancio familiare, principalmente perché non sono spese regolari. Una famiglia media di quattro persone non può partecipare a un matrimonio senza spendere dai 150 ai 200 euro per un regalo, specialmente se si tratta di parenti stretti o amici,” aggiunge.

“Un salario minimo di 100.000 dinari corrisponderebbe alle spese che i cittadini in Serbia hanno. E questi sono costi che, in termini di beni di prima necessità, non sono inferiori a quelli in Europa. Infatti, il prezzo di molti articoli è superiore a quello dell’Unione Europea. Naturalmente, quando parliamo di questo stipendio – se prendiamo l’esempio di una famiglia di quattro persone, si presume che entrambi i genitori siano impiegati, perché con un solo stipendio, quella famiglia non potrebbe sopravvivere,” conclude Ranka Savić.

Lo stipendio “medio” non è sufficiente

In un sondaggio condotto all’inizio di quest’anno da Lokal Press, la maggioranza dei cittadini serbi ritiene che lo stipendio medio non sia sufficiente per una vita normale, soprattutto considerando che la maggior parte guadagna meno della media ufficiale. Secondo i dati di febbraio di quest’anno, lo stipendio medio in Serbia era di 94.125 dinari, ma ogni altro residente guadagna meno di 73.000 dinari.

Secondo i dati dell’Ufficio Statistico della Repubblica, solo dieci città nel paese contribuiscono a questa media, con solo tre che registrano stipendi medi superiori a 100.000 dinari – Belgrado, Novi Sad e Bor. Sette città hanno medie superiori a 90.000 dinari. Questo secondo gruppo include Pančevo, Lajkovac, Lučani, Kragujevac, Majdanpek, Kostolac e Niš.

La maggior parte delle persone ha redditi tra 70.000 e 80.000 dinari, e 19 città e comuni hanno medie inferiori a 70.000 dinari, tra cui Arilje, Rekovac, Aleksandrovac, Raška, Golubac, Bojnik, Vlasotince, Lebane, Crna Trava, Gadžin Han, Merošina, Ražanj, Svrljig, Bela Palanka, Vranjska Banja, Bosilegrad, Bujanovac, Preševo e Blace.

I risultati dei sondaggi di sei media locali in Serbia hanno indicato che anche i residenti nelle città più piccole trovano lo stipendio medio insufficiente per una vita normale, necessitando di almeno 100.000 dinari mensili per persona.

Invece di utilizzare parametri che garantiscono una vita dignitosa, le autorità in Serbia si vantano se i cittadini hanno appena abbastanza per sopravvivere. Dopo così tanto tempo a sbarcare il lunario, le persone socialmente umiliate hanno dimenticato da tempo cosa significa una vita dignitosa, quindi poter comprare nuove scarpe per tuo figlio, pagare un corso di lingua straniera o mandarlo al mare è considerato un lusso. E Dio non voglia che tu voglia comprare quotidianamente solo cibo di qualità leggermente migliore.

(Vreme, 03.07.2024)

https://vreme.com/ekonomija/u-srbiji-se-zivotari-za-zivot-potrebna-plata-od-barem-1200-evra/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top