La francese “Thales International” vuole cooperare con le ferrovie serbe

I rappresentanti dell’azienda multinazionale “Thales International”, hanno parlato con il management delle “Ferrovie serbe” sulle possibilità della partecipazione nei progetti di questa azienda serba controllata dallo Stato.

La Thales, la cui sede è in Francia, fornisce i sistemi della gestione dei transporti, mentre la sua filiale in Austria fornisce la segnalazione ferroviaria.

Thales” ha fornito 150 stazioni ferroviarie in Austria con la tecnologia più moderna, 45 sistemi sono installati in Ungheria, 50 in Svizzera, ed in corso è l’implementazione del loro sistema in Bulgaria”, ha detto l’amministratore delegato di questa azienda, Gokhan Aydemir che ha visitato l’azienda “Ferrovie serbe”.

Il direttore del settore di infrastruttura delle Ferrovie, Goran Maksic ha presentato i progetti in corso e quelli programmati per il futuro, tra i quali sono modernizzazione della linea Belgrado- Nis, cla ostruzione della linea Gilje-Cuprija, nonché il progetto della fornitura del materiale per la ricostruzione della tratta all’interno del Corridoio 10 finanziato dalla Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (EBRD).

L’asssistente dell’amministratore delegato per la strategia e pianificazione, Nena Tomovic ha detto che “Ferrovie serbe” hanno come obiettivo quello di raggiungere il livello di trasporto e tecnologia come quelli in Austria, visto che Serbia e Austria hanno dei simili capacità infrastrutturali, e che questo modello è già applicato in Slovenia e Croazia.

(Tanjug, 7.11.2014.)

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top