La Fiat tra i più grandi esportatori in Serbia

Le esportazioni totali di 15 maggiori esportatori in Serbia sono ammontate a 3,3 miliardi di euro nei primi nove mesi di quest’anno. La Fiat è tra i maggiori esportatori, con il valore delle sue esportazionei di 599,6 milioni di euro, ha dichiarato ieri il Ministero delle Finanze.

Il gruppo HBIS, proprietario di Zelezara Smederevo (Smederevo Ironworks), occupa il secondo posto con 581,4 milioni di euro di esportazioni, il 36,5% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. NIS è terza con 346,6 milioni di euro di esportazioni, seguito da Tigar Tyres di Pirot con 295,4 milioni di euro di esportazioni e Robert Bosch di Belgrado con 182,2 milioni di euro.

L’elenco comprende anche Petrohemija di Pancevo con esportazioni di 160 milioni di euro, Tetrapak di Belgrado con 155,8 milioni, Grundfos di Indjija con 150,8 milioni, RTB Bor con 133,1 milioni e Leoni di Prokuplje con 130 milioni di euro di esportazione.

I maggiori esportatori in Serbia sono anche Hemofarm di Vrsac con 129,8 milioni di euro, Yura corporation di Raca (128,1 milioni di euro), Henkel (123,1 milioni di euro), Gorenje (110,3 milioni di euro) e Victoria Group (93,3 milioni di euro), riferisce l’agenzia Beta.

Vuoi aprire una società in Serbia in pochi giorni? Clicca qui!

Nonostante sia in cima alla lista dei maggiori esportatori in Serbia, secondo alcune notizie riprese dai media, non tutto va bene nello stabilimento Fiat di Kragujevac.

Ai dipendenti di Fiat Chrysler Automobili (FCA) è stato detto dal management che, in seguito ad un accordo con il sindacato, avrebbero avuto una pausa di due settimane a causa di una diminuzione della domanda di mercato dei veicoli Fiat, che la società sostiene normale per questo periodo dell’anno

“A causa della difficile situazione finanziaria dei dipendenti e del notevole numero di giorni di lavoro non lavorativi, durante i quali i dipendenti hanno ricevuto il 65% delle loro retribuzioni giornaliere, abbiamo concordato con la direzione della fabbrica di concedere determinati benefici ai lavoratori, tra cui un congedo collettivo di 15 giorni durante il quale verranno pagati gli stipendi completi “, afferma Zoran Markovic, presidente del sindacato di FCA Serbia.

La produzione nello stabilimento di Kragujevac riprenderà il 5 novembre, con un altro congedo collettivo che inizierà il 19 dicembre e durerà fino alla fine delle vacanze di Natale.

http://www.politika.rs/sr/clanak/414015/S-599-6-miliona-evra-Fijat-najveci-izvoznik-iz-Srbije
https://www.b92.net/biz/vesti/srbija.php?yyyy=2018&mm=10&dd=25&nav_id=1460724

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Altro... esportazioni, FCA Serbia, Fiat
fiat
Scaduto il contratto decennale con la Fiat

Politika: la Fiat rimane in Serbia, e propone un nuovo modello – la “601”

Chiudi