La Fiat spedisce i primi lavoratori in Slovacchia

Un gruppo di circa 30 dipendenti dello stabilimento “Fiat Chrysler Automobiles Serbia” di Kragujevac dovrebbe recarsi nella città slovacca di Trnava, entro la fine di questa settimana, per lavorare 90 giorni nella fabbrica di automobili della città, ha fatto sapere il Sindacato.

Il presidente dello stesso Sindacato, Sasa Djordjevic, ha affermato che ci sarebbero altri lavoratori interessati ad andare a lavorare in Slovacchia, ma il numero è limitato a causa della legge lì, che consente di assumere un massimo di 30 lavoratori per un massimo di 90 giorni. Lo stesso ha dichiarato che il maggior interesse dei lavoratori Fiat rispetto all’ultima volta è dovuto alla migliore offerta del datore di lavoro in termini di stipendio e rimborso spese.

Secondo lui, i lavoratori della fabbrica di Kragujevac verranno mandati a lavorare in Slovacchia sulla base di un viaggio di lavoro e avranno uno stipendio mensile di 660 euro all’inizio, più una diaria giornaliera di 25 euro, e il loro stipendio totale sarà di 1.410 euro al mese. “Per quanto riguarda i costi, il datore di lavoro copre il trasporto in Slovacchia A/R, un altro biglietto A/R per fare un salto a casa, a cui i lavoratori hanno diritto una volta al mese, nonché le spese di alloggio”.

Ha aggiunto che i lavoratori pagano quindi solo le spese di vitto e trasporto dal luogo di alloggio alla fabbrica in cui lavorano, per un costo di 17 euro al mese. I lavoratori Fiat a Kragujevac, finito il congedo retribuito, sono tornati al lavoro martedì quando è proseguita la produzione della “Fiat 500L”, dopo la pausa di fine gennaio.

https://www.danas.rs/vesti/ekonomija/sindikat-fca-u-kragujevcu-salje-prvu-grupu-radnika-u-slovacku/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top