La Fiat di Kragujevac chiede ulteriori 80 giorni di congedo retribuito per i lavoratori

La società “Fiat Chrysler Automobili Serbia” ha chiesto ulteriori 80 giorni di congedo retribuito per i lavoratori di Kragujevac, e tale congedo, che avrebbe dovuto durare fino al 18 maggio, sarà probabilmente prorogato, riferisce il sindacato Indipendente della società.

Il presidente del sindacato, Zoran Markovic, ha dichiarato che la notifica ufficiale della società sulla decisione è prevista per oggi o venerdì.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

Ci si aspetta comunque l’estensione del congedo retribuito, considerando, come ha detto, l’attuale situazione in Serbia e l’instabile situazione epidemiologica in tutta Europa.

Lo stesso ha detto che la compagnia di Kragujevac ha chiesto l’approvazione al Ministero del Lavoro di altri 80 giorni di congedo retribuito, considerando che sono già stati utilizzati i 45 giorni di legge.

“Riteniamo che durante questi giorni aggiuntivi di ferie pagate, la società possa coprire tutte le ulteriori interruzioni, principalmente a causa della situazione instabile con il coronavirus, nonché per altri motivi. Speriamo che questo nuovo congedo non venga utilizzato con continuità, ma che avremo anche giorni lavorativi in ​​fabbrica”, ha detto Markovic.

Gli ulteriori 80 giorni di congedo in realtà coprono, insieme ai 15 giorni di vacanze estive collettive, una pausa fino al 30 settembre.

Markovic ha aggiunto che è stato richiesto al sindacato un parere in merito alla presentazione della richiesta di approvazione di ferie retribuite supplementari e lo stesso ha espresso un’opinione positiva, tenendo presente l’attuale situazione generale e il fatto che i lavoratori saranno risarciti per i giorni in cui non lavorano.

Al momento solo due stabilimenti Fiat in Italia stanno lavorando.

http://rs.n1info.com/Biznis/a599099/Kragujevacki-Fijat-trazi-dodatnih-80-dana-placenog-odsustva-za-radnike.html

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Altro... congedo retribuito, coronavirus
La CEB ha approvato un prestito di 200 milioni di euro alla Serbia

La Serbia apre le frontiere dal 1° giugno, ma non per tutti i Paesi

Chiudi