La Ferrero investe in Serbia

Firmato questa mattina un memorandum d’intesa tra il governo serbo e l’azienda italiana Ferrero, leader dell’industria dolciaria.

Come si è appreso dal comunicato diffuso ieri dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, la Ferrero intende aprire un centro di produzione di nocciole, impiantare noccioleti per una superficie complessiva di oltre 1000 ettari e avviare una collaborazione con i produttori agricoli della Serbia centro-meridionale.

Il Ministro delle politiche agricole, Dragan Glamocic, ha detto questa mattina che dagli iniziali 1000 ettari di terreno coltivabile, Ferrero arriverà ad acquisire fino a 10.000 ettari entro il 2020. “Questo accordo consentirà la crescita di un importante polo agricolo, che darà impiego a persone che vivono nelle zone rurali”, ha detto il ministro.

Dal memorandum emerge inoltre la possibilità dei singoli agricoltori di nocciole di avviare un rapporto di collaborazione direttamente con Ferrero, rendendo più semplici le operazioni di scambio e vendita dei prodotti.

L’incontro è stato anche l’occasione per mettere in rilievo l’importanza dei rapporti che legano Italia e Serbia, un’importanza che emerge anche dal sostegno con cui l’Italia supporta la Serbia nel suo cammino verso l’Unione Europea.

Oltre al Ministro Glamocic, all’incontro hanno partecipato Arduino Borgogno, responsabile per le materie prime, il presidente del gruppo Ferrero, William Fulci, il segretario generale del Ministero degli Affari Esteri italiano, Michele Valensise, e l’ambasciatore d’Italia in Serbia, Giuseppe Manzo.

GLAMOCIC, BORGOGNO, FULCI

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top