La fabbrica tessile turca “Jeanci” apre a Krupanj

I primi cento operai hanno cominciato a lavorare presso l’impianto dell’ ex fabbrica “Krupanjka” di Krupanj, che è stata affittata a tempo indeterminato dalla fabbrica tessile turca “Jeanci”.

All’innaugurazione del capannone della fabbrica  ha partecipato anche il primo ministro Aleksandar Vucic, che ha ringraziato l’investitore e ha detto che si aspetta l’impiego di centinaia di nuovi lavoratori nel più breve tempo possibile.

“Sapevamo che da dieci anni la fabbrica” Krupanjka” non operava e stavamo cercando una soluzione. Sono grato alla Turchia, soprattutto a Taner Buyukcan perché dopo  Leskovac è venuto anche a Krupanj nonostante le città non sianomolto vicine e perché ha dimostrato nel tempo la sua dedizione e il suo attaccamento alla Serbia”, ha detto il primo ministro Aleksandar Vucic.

Lui ha ringraziato il vice presidente del Governo Rasim Ljajic per l’energia e lo sforzo per raggiungere questo obiettivo.“Poi ho capito che neanche i cittadini di Krupanj non credevano che questo sarebbe davvero accaduto ma da tre giorni possono presentare le candidature per un posto di lavoro. All’improvviso abbiamo avuto 350 candidati, tra cui ci sono anche cittadini di Loznica. Il Governo ha investito molto in Krupanj, abbiamo ristrutturato il capannone e  l’attrezzatura vecchia è stata venduta. Oltre a questi primi cento lavoratori ci hanno promesso un altro centinaio di assunzioni ancora” ha detto il primo ministro, aggiungendo che dal proprietario dalla fabbrica “Jeanci” si aspetta un supporto simile a quello mostrato a Vladicin Han. Vucic ha inoltre sottolineato che la fabbrica “Jeanci” esportava i suoi prodotti  verso l’Italia, la Norvegia e la Russia, e ha augurato alla società molto successo nella gestione degli affari a Krupanj.

Blic 8 aprile 2015

 

Share this post

scroll to top