La Dytech rinuncia ad investire a Nis

La notizia è stata data dal sindaco della città, Zoran Perisic.

“E’ iniziato il processo di recupero del terreno e dello stabile, che è mezzo costruito”, ha dichiarato Perisic ai giornalisti, aggiungendo che in questo periodo l’azienda italiana ha cambiato proprietario [Dytech è stata acquistata nel dicembre dello scorso anno dalla giapponese Tokai, ndr.]. Egli ha anche detto che l’edificio potrà essere offerto dalla città a qualche altro investitore interessato. Il contratto sulla costruzione della fabbrica era stato sottoscritto dai rappresentanti della Dytech con l’allora ministro dell’Economia e dello Sviluppo Regionale, Mladjan Dinkic, nell’ottobre 2010; al tempo era stato dichiarato che l’investimento sarebbe stato di 12 milioni di euro e che i dipendenti sarebbero stati 400. L’azienda torinese avrebbe dovuto produrre a Nis componenti per il flusso del petrolio e lubrificanti per l’industria automobilistica.

(Tanjug, 23.10.2013)

dytech

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top