La coreana “Yura Shinwon” chiude una parte della produzione

La società coreana “Yura Shinwon” di Nis ha annunciato la cessazione della produzione di installazioni automobilistiche e di tutti i servizi in quel settore a causa di una grande perdita di affari, scrive l’agenzia “Beta”. L’annuncio sulla bacheca della fabbrica non indica il numero di operai che perderanno il lavoro.

Come ha appreso l’agenzia “Beta” dai dipendenti, 264 dipendenti a tempo pieno avranno l’opportunità di continuare a lavorare, mentre quasi 400 lavoratori con contratti a tempo determinato perderanno il lavoro.

“I lavoratori con contratto a tempo indeterminato hanno tempo fino all’11 settembre per dichiarare se vogliono trasferirsi a lavorare nel secondo stabilimento della “Yura”. Chi accetta firmerà un allegato al contratto e continuerà a lavorare per un periodo determinato di sei mesi, mentre quelli che rifiutano perderanno il lavoro”, ha detto un operaio che ha voluto rimanere anonimo.

Secondo lui, i lavoratori sono stati informati che nel caso in cui si rifiutassero di trasferirsi nell’altro stabilimento sarebbero lasciati senza indennità di licenziamento, dato che il datore di lavoro ha il diritto di farlo secondo la vigente legge sul lavoro.

“L’avviso in bacheca dice che lo stabilimento chiuderà al 30 settembre, cosa che ci ha colti tutti di sorpresa. I lavoratori che hanno un contratto a tempo determinato sono davvero preoccupati, si chiedono se riusciranno a trovare velocemente un altro lavoro perché hanno famiglia, molti anche dei prestiti”, ha detto lo stesso operaio.

La direzione dell’azienda sudcoreana non ha voluto rispondere sull’ulteriore destino della fabbrica e sul licenziamento dei lavoratori. Alla “Yura Shinwon” nel gennaio di quest’anno 233 lavoratori non hanno ricevuto il prolungamento dei loro contratti di lavoro, quindi ora ci sarà lavoro per meno di 100 operai nel settore della produzione di tergicristalli.

https://novaekonomija.rs/vesti-iz-zemlje/jura-gasi-deo-proizvodnje-u-ni%C5%A1u-otkazi-za-400-radnika

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top