La compagnia di trasporto pubblico “GSP” in grave difficoltà finanziaria

“Se la compagnia di trasporto pubblico “GSP” continuerà nella pratica di firmare dei contratti del genere per la manutenzione dei propri veicoli, andrà in bancarotta, sarà venduta a un magnate per pochi soldi o farà la fine della “Ikarbus”, ha dichiarato Nikola Jovanović, fondatore del Centro per l’autonomia locale.

Il Centro ha annunciato che la compagnia “GSP” ha concluso un contratto che prevede che la revisione di un filobus costi fino a 75.000 euro, che, secondo Nikola Jovanović, è tre volte più del prezzo reale. Secondo lo stesso, il contratto è stato concluso con la “Kordun metali” per la revisione del telaio e il pagamento del filobus, ma la società è stata fondata solo di recente e non ha esperienza nella revisione dei trasporti pubblici.

Nikola Jovanović ha dichiarato che la GSP viene sistematicamente distrutta e che questo contratto è un altro esempio che questa azienda è una “mucca da latte” da cui viene munto denaro. “Alla fine, accadrà che i cittadini di Belgrado non avranno una società di trasporti urbani, poiché la situazione è allarmante. Il personale della “GSP” mi ha detto che è arrivata l’ora di fare le riparazioni, anche se il prezzo è stato seriamente aumentato, e che loro hanno la capacità di fare le revisioni da soli per circa 20.000 euro. Questa informazione mi è stata data da persone che lavorano lì, che dicono che avrebbero dovuto fare loro questo lavoro e non altri. Da ciò si evince che il prezzo è stato “gonfiato” di tre volte”, ha precisato Jovanović per “Nova.rs”.

Lo stesso infine ha sottolineato che la GSP ha perso tre miliardi e mezzo di dinari negli ultimi due anni.

Na kraju će GSP kupiti tajkun ili će propasti kao Ikarbus

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top